Coronavirus, Ricciardi: “Si può pensare di riaprire gli stadi, De Laurentiis imprudente”

Walter Ricciardi, membro dell’Organizzazione mondiale della Sanità, si è espresso sulla possibilità di riaprire gli stadi in Serie A ed ha criticato il presidente De Laurentiis

Ricciardi Oms

Walter Ricciardi, membro dell’Oms e consigliere del Ministro della Salute, ha parlato ai microfoni di Radio Punto Nuovo della possibilità di riaprire gli stadi in Italia: “Siamo oggettivi, si può pensare di accogliere un numero superiore a mille nello stadio purché si rispettino le dovute regole. Se mi chiedessero di aprire il derby di Milano a mille persone direi di sì, ma le scelte spettano al governo. In Germania è stato ribadito che è rischiano accogliere troppe persone. Ci sono, comunque, presidenti che concedono la riapertura degli stadi”.

Lo stesso si è anche espresso sul comportamento di De Laurentiis, il quale si era recato in Lega pur essendo in attesa di una risposta dal tampone poi risultato positivo. “È stato imprudente”.

LEGGI ANCHE—> Covid-19, in Gran Bretagna si va verso un nuovo lockdown

Coronavirus, Ricciardi: “Ottobre e novembre saranno un problema”

coronavirus ricciardi oms

“Atalanta-Valencia ha visto 40.000 bergamaschi andare a San Siro e festeggiare i 4 gol con un’esplosione virale. Questo ha fatto sì che si guadagnassero il più alto tasso di letalità al mondo. Ora, con prudenza ed in attesa del vaccino, vogliamo tornare alla normalità. Ottobre e novembre saranno mesi difficili con il problema dell’influenza. Dobbiamo vaccinarci tutti”.

Sul ritorno alla normalità: “Tutto il Paese sta lavorando per cercare di tornare, gradualmente, a vivere come una volta. È ovvio che si vuole limitare la diffusione del virus e gli assembramenti ed ambienti affollati sono pericolosi. In questo momento stiamo rimanendo su versanti abbastanza contenuti, soprattutto in rapporto ad altri Paesi, quindi pian piano possiamo prevedere il ritorno alle attività collettive. Tutti gli scienziati stanno lavorando per supportare il Governo a prendere le migliori decisioni”.

LEGGI ANCHE—> Brasile, ex calciatore uccide il presidente del Nacional