Brasile, ex calciatore uccide il presidente del Nacional

Tragedia in Brasile dove il presidente del Nacional, club di calcio militante in Serie D, viene ucciso a coltellate dall’ex calciatore Vinicius Corsini

Tragedia nel calcio dilettantistico brasiliano. Il presidente del Nacional, militante in Serie D, José Danilson Alves de Oliveira è stato assassinato nella notte di mercoledì. Ad accoltellarlo sarebbe stato Vinicius Corsini, ex calciatore del club, che ora si trova in carcere. Il delitto è avvenuto nei pressi di un locale nei pressi di un’azienda di proprietà del 58 enne.

LEGGI ANCHE—> Alex Zanardi, il consulente dell’autista rivela: novità sull’incidente

Brasile, un debito di mille euro alla base dell’omicidio

bambino accoltellato

La vittima è stata portata subito all’ospedale di Londrina, ma le profonde ferite a collo e gamba lo hanno stroncato poco dopo. Secondo le prime ricostruzioni, Corsini dopo il delitto avrebbe gettato il coltello in una residenza vicina al delitto cercando di cancellare le tracce e provando a fuggire. In questi giorni sono in corso le indagini con le autorità che avrebbero trovato nel movente un debito di circa mille euro non pagato dalla società all’ex calciatore.

Danilson Alves, oltre ad essere presidente del club dilettantistico, aveva anche una carriera politica alle spalle essendo stato primo cittadino di Rolandia. Tornando al Nacional, il debutto nel weekend contro la Ferroviaria dovrebbe essere rinviato.

LEGGI ANCHE—> Inter, Zhang: “Stiamo crescendo, siamo sulla strada giusta”