Prato, uccide la compagna e si getta da un ponte sospeso

0
50

Prato, uccide la compagna e poi si getta da un ponte sospeso distante una sessantina di chilometri. La coppia litigava spesso

Prato, il ponte del suicidio (via Facebook)

Omicidio-suicidio che ha stravolto una comunbità alle porte di Prato, in Toscana. Tutto è cominciatio attorno all’ora di pranzo quando un escursionista ha dato l’allarme a San Marcello, comune nella zona dell’Abetone. Aveva visto un uomo gettarsi da un ponte sospeso sul fiume Lima, molto noto in zona anche perché meta di turismo.

Quando sono arrivati i carabinieri, è bastato poco per risalire alle generalità del suicida, il 50enne Leonardo Santini. Individuato il suo indirizzo, nella frazione La Briglia di Vaiano (in provincia di Prato), sono andati a casa sua per comunicare la notizia alla famiglia.

pavia marito investe moglie
Prato, i carabinieri sono immediatamente intervenuti (archivio Getty)

Qui però hanno fatto un’altra tragica scoperta. In casa in fatti c’era il cadavere della compagna, Claudia Corrieri (38 anni). La donna presentava, secondo le prime testimonianze, alcune ferite da taglio e per questo gli investigatori ipotizzano un omicidio seguito da un suicidio. Resta solo da capire perché Santini abbia scelto un posto così isolato, lontano almeno una sessantina di km da casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Omicidio-suicidio a Parma: 39enne uccide la moglie a colpi di fucile

Prato, alla base del tragico gesto potrebbero esserci dissidi nella coppia

I contorni della tragedia di oggi consumata tra le province di Prato e Pistoia dono ancora tutti da chiarire. Il movente però potrebbe essere nelle frequenti liti che ultimamente caratterizzavano la vita della coppia. I due erano anche genitori di una bambina di 2 anni, oggi affidata ai nonni. Ma soprattutto Santini da qualche mese faticava a trovare un’ovccupazione stabile. Così a mandare avanti la famiglia pensava Claudia, insegnante di pilates, danza e con un lavoro in un centro estetico.

Carabinieri
I carabinieri indagano sulla tragedia (via Facebook)

Toccherà al magistrato di turno alla procura di Prato, Carola Bini, copordinare l’inchyieste in attesa dei rilievi della Scientifica. Distrutto il sindaco di Vaiano, Primo Bosi, che a Tv Prato ha confessato il suo dolore: “Una tragedia che ci ha lasciato senza fiato. Ho chiesto agli uffici di verificare se avesse chiesto aiuto al Comune per questo o altri problemi, ma non risulta niente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui