Covid-19, l’infettivologo Bassetti: “Il 99% degli anziani in ospedale ora guarisce” 

0
3

Covid-19, l’infettivologo Matteo Bassetti spiega la differenza tra prima e seconda ondata in corso. Intervenuto ai microfoni di Adnkronos Salute, l’infettivologo fa ben sperare. 

Covid-19

Torna a salire il numero di anziani ricoverati per Covid-19, ma adesso, a differenza di prima, questi riescono a sopravvivere con un’altissima percentuale. Come spiegato dal dottor Matteo Bassetti ai microfoni dell’Adnkronos Salute, sarebbe questa la sostanziale differenza tra la prima e la seconda ondata attuale.

Coronavirus Oms
Non si arresta l’emergenza da Covid-19 (via Getty Images)

Covid-19, differenza tra prima e seconda ondata

Gli obiettivi principale restano comunque gli anziani e per un motivo ben preciso: “Questo perché sono quelli più fragili e perché il virus può far precipitare situazioni preesistenti, ovvero soggetti con diabete, cardiopatie, problemi respiratori, chi segue multi-terapie. In persone in là con gli anni la patologia ha un impatto diverso”.

Potrebbe interessarti anche —-> Vaccino Coronavirus, l’Irbm: “Con l’ok dei test, prime dosi a novembre”

Tuttavia, aggiunge il direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, l’infezione oggi ha “un mortalità decisamente più bassa, 0,4-0,6%, e nel 99,6% dei casi si guarisce”. Poi è chiaro che l’età media dei nuovi contagiati si è inevitabilmente abbassata dopo la vacanza, con i tantissimi giovani che sono rientrato in Italia consapevolmente o inconsapevolmente positivi.

“Ma ad essere mutata è esclusivamente l’età dei contagiati e non dei pazienti”, evidenzia l’infettivologo. E ovviamente lo riferisce con cognizione di causa, osservando gli sviluppi direttamente presso l’istituto sanitario presso cui opera: “Io ricovero solo ultra 80enni con, fortunatamente, una situazione clinica diversa da quella di marzo-aprile e non ho decessi da tempo”.

Leggi anche —-> Coronavirus, arriva il test super veloce: in 12 minuti dice se si è positivi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui