Covid-19, l’allarme dell’Oms: “La situazione europea è grave”

0
4

Covid-19, l’allarme dell’Oms: “La situazione europea è grave”. La funzionaria dell’Oms Catherine Smallwood ha affermato che è arrivato il momento di “svegliarsi” per evitare quanto successo nei mesi scorsi

OMS
Covid-19, l’allarme dell’Oms: “Situazione europea grave” (Foto: Facebook)

Il Covid-19 continua a non dare tregua al mondo intero, con i numeri dei contagi in continua salita in diversi continenti. Nonostante le misure di sicurezza adottate da diversi paesi, l’estate ha creato una moltiplicazione delle positività visti gli spostamenti per le vacanze. Ora il ritorno della stagione invernale deve mettere tutti sull’attenti, per evitare di rivivere quanto accaduto nei primi mesi del 2020. A ribadirlo è stato anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, attraverso il direttore generale per l’Europa, Hans Kluge.

“E’ una situazione molto grave quella che si sta verificando nel Vecchio Continente. I nuovi casi  hanno superato quelli segnalati quando la pandemia ha colpito per la prima volta a marzo”.

La riapertura delle scuole e il ritorno a pieno regime degli uffici e delle attività lavorative sono un potenziale pericolo da tenere strettamente sotto controllo. Questo l’avviso che la più grande organizzazione sanitaria del mondo ha dato ai singoli governi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, l’infettivologo Bassetti: “Il 99% degli anziani in ospedale ora guarisce”

Covid-19, l’allarme dell’Oms: “Situazione grave, mantenere i 14 giorni di quarantena”

Coronavirus
Covid-19, l’allarme dell’Oms: “La situazione europea è grave” (Foto: Getty)

Durante un briefing online, andato in scena nelle ultime ore, la funzionaria dell’Oms Catherine Smallwood, ha sottolineato come i numeri siano in aumento in tutta Europa.

Oltre metà dei Paesi hanno registrato aumenti di oltre il 10% nelle ultime due settimane e in sette Stati l’incremento è pari a più del doppio”. Questi numeri, ha ribadito, rappresentano un “trend preoccupante” e “devono essere una sveglia per tutti“.

In più, per quanto riguarda la quarantena e la possibilità di accorciare i 14 giorni di isolamento previsti al momento, l’invito è chiaro.

“La nostra posizione resta per una quarantena di 14 giorni, nell’interesse dei pazienti”.

Questo va contro le decisioni prese da alcuni governi, come quello francese, di ridurre l’intervallo di tempo ad una sola settimana. Anche in Italia se n’era parlato ma per ora non sono state espresse considerazioni in merito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Florida, negazionisti manifestano in un centro commerciale – VIDEO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui