Incidenti aerei 737 Max, il rapporto ufficiale: “Boeing ha nascosto i difetti” 

0
4

Incidenti aerei 737 Max, arriva finalmente la verità sui drammi avvenuti in Indonesia e in Etopia negli ultimi due anni. L’accusa che arriva dagli Stati Uniti verso la Boeing è scioccante: “Sapevano dei difetti su quel modello e l’hanno nascosto a tutti”. 

Incidenti aerei 737 max

La Boeing ha nascosto i difetti tecnici del 737 Max. A tutti. Sia alle autorità nazionali e internazionali, sia ai propri politi. E’ questo il verdetto finale emesso dalla commissione trasporti della camera Usa, in virtù di tutte le indagini realizzate a proposito degli incidenti aerei relativi in Indonesia ed Etiopia avvenuti tra il 2018 e il 2019.

Boeing produzione 737 Max
 (Foto: Getty)

Incidenti aerei 737 Max, arriva il dossier finale

Le vittime di questi due disastri, dunque, erano assolutamente evitabili. Nel totale sono state 346 le persone che hanno perso la vita nei due eventi drammatici. Il primo è datato 29 ottobre 2018, quando l’aereo da poco decollato da Giacarta è presto precipitato uccidendo sul colpo le 189 persone a bordo tra passeggeri e personale di bordo. Stesso tragico destino per il mezzo che il 10 marzo 2019 volava dall’Etiopia schiantandosi presto e uccidendo altre 157 persone.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, svolta a Madrid: da venerdì nuovi lockdown mirati

Come noto, dopo questo doppio incidente, trattandosi dello stesso modello, seguì la decisione mondiale di fermare tutti i prototipi al fine di individuare eventuali difetti letali. 18 mesi dopo, ecco il verdetto finale con gli Stati Uniti particolarmente severi nei confronti della compagnia. La Faa, amministrazione dell’aviazione federale, ha infatti sentenziato che “la Boeing ha fallito sia nella progettazione che nello sviluppo dell’aereo”. Il corposo dossier, composto da 250 pagine, ha svela infatti una serie di errori tecnici e nel design dell’aereo.

Leggi anche —-> L’uragano Sally sale di categoria 2, minaccia per Mississippi e Louisiana

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui