Navalny rassicura: “Respiro da solo, è bello. Mi mancate”

0
2

L’oppositore russo Alexei Navalny, tramite un post su Instagram, ci ha tenuto a rassicurare tutti i suoi sostenitori: “Respiro da solo e mi mancate”

L’oppositore russo Alexey Navalny, come tutti sanno, è ricoverato all’ospedale di Berlino dopo essere stato avvelenato con il novichok. Dopo diversi giorni critici, nei quali ha rischiato la vita, oggi ha pubblicato un post sul proprio profilo Instagram volendo rassicurare i suoi sostenitori. “Ieri sono riuscito a respirare autonomamente tutto il giorno. Non ho utilizzato aiuti esterni e mi è piaciuto molto. Questo processo è sorprendente anche se molto persone lo danno per scontato”. Poi ha dedicato un messaggio breve a tutti coloro che gli hanno mostrato vicinanza: “Mi mancate”. Mentre la Russia nega ogni responsabilità, le analisi di laboratori indipendenti confermano l’avvelenamento da agente nervino.

LEGGI ANCHE—> Covid-19, il premio nobel Hoffmann: “No a nuovo lockdown”

Cos’è il novichok, l’agente con cui è stato avvelenato Navalny

Il novichok appartiene ad una classe di agenti nervini prodotti dall’Unione Sovietica tra gli anni ’70 ed i primi del ’90. Essi sono ritenuti tra gli agenti più letali al mondo e ve ne sono delle varianti più potenti di quello utilizzato per avvelenare Navalny. Lo stesso agente nervino è utilizzato per uccidere l’ex spia russa Sergei Skripal e sua figlia Yulia a Salisbury in Inghilterra il 4 marzo del 2018. La Russia ha sempre negato propri coinvolgimenti, accusando il Regno Unito di aver inscenato tutto.

LEGGI ANCHE—> Milano, entra in negozio con una pistola: gli avevano negato elemosina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui