Funerali Willy, il Brasiliano: “Conte lì per lucrare, io no!”

Willy, il Brasiliano ha commentato quello che è successo durante i funerali del ragazzo, quando è stato allontanato da tutti senza un buon motivo, a detta sua. 

Il Brasiliano (via Instagram)

Si sono consumati da pochissime ore i funerali di Willy Duarte, il ragazzino italiano ucciso dalle botte da diversi teppisti. Il dolore della famiglia è stato incalcolabile, ed i funerali tenuti una delle pagine più scure di questo 2020 infausto. La morte del ragazzino, avvenuta quasi per caso, in seguito ad un brutale e violento pestaggio, ha senza dubbio colpito tutti. I funerali hanno attratto tanta attenzione, l’attenzione di un’Italia ferita, che sente di essere in qualche modo colpevole di questo ennesimo delitto. Il giovane ragazzo, picchiato a morte e schiacciato dal branco, è stato salutato da una folla di camicie bianche. La richiesta era stata fatta dalla famiglia, che con quel colore voleva simboleggiare la purezza di un’anima che è stata strappata con violenza da questa terra.

Funerali Willy, il Brasiliano: “Conte lì per lucrare, io no!”

Ai funerali c’è stato anche il presidente Giuseppe Conte, che ha avuto parole dure e di dolore per commentare la situazione. Ad un certo punto, durante la cerimonia, ha però provato ad avvicinarsi anche un altro uomo,  “Il Brasiliano“, come si fa chiamare. Massimiliano Minnocci, il suo vero nome, è noto per avere una personalità davvero esplosiva, nonché un senso per l’estetica, la propria, molto particolare. Lui ha provato a portare dei fiori, ma la gente presente ha deciso di tenerlo lontano, temendo che si potesse creare dell’inutile e non richiesta tensione. Oggi ha commentato l’accaduto sui social. “Conte era lì a lucrare, non io”, ha affermato sui propri canali ufficiali l’uomo. “I ‘ragazzi’ della Digos ormai mi conoscono”, ha affermato in diretta, “uno di loro mi ha allontanato ma ha preso i fiori per portarli a Willy”.