Coronavirus, 920mila le vittime nel mondo: la Cina prova un vaccino

0
2

Continua l’emergenza Coronavirus nel mondo, con il virus che ha causato 920mila vittime. In Cina viene provato un vaccino su migliaia di persone.

coronavirus mondo
Non si arresta l’emergenza da Covid-19 (via Getty Images)

La pandemia da Coronavirus non è ancora sconfitta e nel mondo continuano a crescere le vittime. Infatti stando ai dati riportati dalla John Hopkins University sono ben 920mila le vittime nel mondo. Ad oggi infatti le vittime sono ben 920.231 su ben 28.759.036 casi attestati. Cresce anche il numero dei guariti, che ad oggi sono 19.439.157 persone, numeri che risultano comunque incoraggianti.

Uno dei paesi più colpiti al mondo, il secondo per la precisione, è il Brasile. Fece notizia la positività del presidente Bolsonaro. Il controverso presidente del Brasile, infatti, è sempre stato molto scettico sul virus fino al momento in cui è risultato positivo al tampone, lo scorso 7 luglio. Nella giornata di ieri, il tampone del presidente, di sua moglie e dei suoi cinque figli finalmente è tornato negativo, con la famiglia Bolsonaro che riesce a sconfiggere il virus.

Ad oggi nel paese brasiliano sono ben 4.315.687 i casi totali di positività, mentre sono 131.210 le vittime causate del Covid.

Coronavirus nel mondo, la Cina prova un vaccino sperimentale: testato su migliaia di persone

Coronavirus Mondo
La Cina prova un vaccino su migliaia di persone (Getty Images)

Nella giornata di iera, in Cina è stato inoculato un vaccino sperimentale a migliaia di persone. Così una vaccinazione di massa potrebbe essere inoculata prima del termine degli studi scientifici. Il vaccino Coronavac è stao sperimentato da Sinovac Biotech. I primi a ricevere il vaccino sono stati tutti i dipendenti dell’azienda farmaceutica, insieme ai loro familiari.

Sulla somministrazione del farmaco si è pronunciato Liu Peicheng, portavoce dell’azienda, che ha ricordato che il farmaco è stato offerto su base volontaria. Ad oggi il possibile vaccino di Sinovac, potrebbe viaggiare a 300mila dosi l’anno. Lo scorso luglio, la Cina ha approvato l’uso di vaccini di emergenza, che saranno somministrati alle “persone a rischio“. Inoltre il paese orientale è stato il primo ad approvare il vaccino d’emergenza, con decine di migliaia di persone che hanno già assunto il vaccino di Sinovac. I primi a riceverlo sono stati i lavoratori del mercato alimentare di Xinfadi.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui