Asteroide Oumuamua entra nel sistema solare, è il primo “intruso”

0
3

Asteroide Oumuamua entra nel sistema solare, è il primo del suo genere e cambia l’osservazione dello spazio per tutti noi. 

asteroide
asteroide (sputnikitalia.it)

Da pochissimi minuti è entrato nel nostro sistema solare un oggetto “alieno“. Il che non significa che una navicella popolata da alieni invasori vi sta osservando mentre leggete questo articolo, ma che qualcosa che non appartiene al nostro sistema ha fatto breccia. Parliamo di un asteroide che viene da un altro sistema, probabilmente generatosi dalla Nube di Oort. Questa è un ammasso di polvere di stelle, detriti e quasar densissimi, che generano corpi celesti di dimensioni variabili. Alcuni sono asteroidi, altri diventano comete, con le giuste condizioni persino dei pianeti possono nascere negli ammassi di nebulose. Da una nebulosa piuttosto importante, quella di Oort appunto, l’asteroide che è entrato nel nostro sistema solare sarebbe partito una quantità di tempo fa difficile da definire.

LEGGI ANCHE —> Covid-19, l’app Immuni buggata: per giorni utenti non protetti

Asteroide Oumuamua entra nel sistema solare, è il primo “intruso”

Il corpo ha una traiettoria molto grande, che secondo gli studenti dell‘Università di Oslo porterebbe fuori dal sistema solare. Quindi deve essersi anche generato al di fuori del nostro piccolissimo pezzo di universo, arrivandoci soltanto per un po’ di tempo. Il corpo è stato osservato nel 2017, ma soltanto ora si è arrivati ad una conclusione interessante sulla sua origine. L’asteroide Oumuamua è il primo corpo alieno al nostro sistema che ci entra, ed è anche il primo oggetto che non ne fa parte ad essere osservato direttamente dalla Terra, data la sua vicinanza. Il nome deriva dalle antiche lingue delle Isole del Pacifico e significa “Primo messaggero straniero”Di certo il corpo è particolarmente interessante per tutti gli scienziati, che lo terranno sempre più sott’occhio per comprenderne meglio i segreti.

LEGGI ANCHE —> Huawei, ufficiale l’addio ad Android: dal 2021 ci sarà HarmonyOS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui