Scontri a Lesbo: la polizia greca usa i lacrimogeni sui migranti

0
2

Scontri a Lesbo, la situazione in Grecia è sempre più in bilico con l’isola che è da settimane un vero e propri inferno.

Sono passati diversi giorni dall’enorme incendio che ha interessato dei campi profughi dell’isola di Lesbo, precisamente a Moria. Dopo quanto accaduto, tantissimi immigrati che sostano sull’isola in attesa di essere accolti dalla Grecia, dopo i soliti lunghissimi tempi che servono ai Paesi Europei prima di lasciare entrare un migrante. Senza nessun riparo, senza sostegno e lasciati praticamente a se stessi. Non avendo assolutamente nulla con cui vivere, i migranti hanno iniziato a ribellarsi e a dare inizio a dei moti per cambiare la situazione. Ed ecco che ovviamente è intervenuta la polizia greca, per cercare di sedare la rivolta, e la situazione si è fatta particolarmente forte e fisica. Le due forza sono infatti arrivate anche allo scontro.

LEGGI ANCHE —> Berlusconi, altra notte tranquilla: dimissioni in arrivo

Scontri a Lesbo: la polizia greca usa i lacrimogeni sui migranti

Secondo quanto riportato da ANSA, gli immigrati hanno iniziato a rivoltarsi lanciando di tutto verso i drappelli della polizia. Pietre, bottiglie, scarpe. Allora la polizia greca ha deciso di usare i lacrimogeni contro gli insorti e anche delle cariche per dividere il gruppo di manifestanti e cercare di riappacificare il tutto. Certamente sono momenti particolarmente complicati, che ci spingono ancora una volta a dove riflettere sui problemi legati alla gestione dell’immigrazione con le attuali leggi vigenti. Tantissime persone intanto stanno soffrendo, senza neanche il più misero riparo e alloggio, in balia degli agenti atmosferici e del tempo. Ora si aspetta una risposta dal governo greco, che dovrebbe cercare di migliorare la situazione in cui si trovano i tanti immigrati fermi sull’isola di Lesbo in una situazione assolutamente disumana.

LEGGI ANCHE —> Funerale Willy, il premier Conte: “Ci aspettiamo condanne severe”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui