Lombardia Film, 3 commercialisti vicini alla Lega ai domiciliari

0
2

Una lunga inchiesta che indagava sui conti e sulle transazioni economiche della Lombardia Film ha dato i suoi frutti, trovando dei colpevoli.

coronavirus vittima lega
Simbolo della Lega (Foto Facebook)

Era un po’ di tempo che andava avanti una inchiesta molto complessa, che aveva per protagonista la Lombardia Film commission e la cessione di un immobile ad un prezzo assolutamente gonfiato. Parliamo di quello che sembrerebbe un giro di denaro e di transazioni assolutamente illegali ed illecite, utili a  far guadagnare denaro soltanto a certe persone, anche tramite l’utilizzo di prestanome in caso di problemi legali e cavilli burocratici da risolvere. Proprio un presunto prestanome, il signor Luca Sostegni, era stato fermato e interrogato dalla polizia proprio per delle transazioni strane, che lo vedevano protagonista.

LEGGI ANCHE —> Salvini aggredito, la Lega: “Silenzio di Conte? È vergognoso”

Lombardia Film, 3 commercialisti vicini alla Lega ai domiciliari

Le accuse sono diverse. L’inchiesta parla di reati di peculato, turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente e, riporta Repubblica, anche di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. L’uomo interrogato aveva fatto i nomi di tre commercialisti vicini alla Lega: Arturo Maria Scillieri, Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni. Loro, insieme a Barbarossa, sono attualmente accusati dei reati citati. Per il momento sono tutti ai domiciliari e attendono il processo. Intanto la Lega sminuisce l’intera faccenda, molto grave, sostenendo che si tratta soltanto dell’inutile inchiesta che non porterà a nessun risultato contro di loro. Per il partito politico che ha come guida Matteo Salvini, infatti, questa inchiesta e queste accuse non sono un caso raro e come altre volte finiranno con un nulla di fatto. “Finirà in nulla come tante altre inchieste“, si legge nel comunicato del partito politico leghista, “che cercavano soldi in Russia, in Svizzera o in giro per il mondo che non c’erano”.

LEGGI ANCHE —> Monica Cirinnà: “Mi candido a sindaca di Roma, il PD aspetta un big”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui