Bogotà, continuano le proteste: il bilancio è di 7 morti e 140 feriti

Continuano a Bogotà le proteste per la morte di un avvocato di 44 anni, Javier Ordóñez, ucciso dalla polizia colombiana. Il bilancio in seguito ai tumulti è salito a 7 morti e 140 feriti

bogotà proteste

Nella giornata di ieri, alcuni agenti di polizia hanno ucciso l’avvocato 44enne Javier Ordóñez. A seguito della drammatica notizia, migliaia di persone hanno deciso di radunarsi per le strade di Bogotà, inizialmente per mostrare l’indignazione dell’opinione pubblica per i metodi atroci utilizzati dalla polizia colombiana.

Come riferito dal quotidiano El Observador, però, in poco tempo la manifestazione si è trasformata in una delle rivolte più violente di sempre, simile alle giornate di sciopero nazionale della fine del 2019. Stando a quanto riportato dall’Ansa, il bilancio a seguito dei tumulti è salito a 7 morti e 140 feriti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> India, è emergenza piogge: ad agosto +27% rispetto alla media

Bogotà, proteste per la morte dell’avvocato 44enne: la situazione

bogotà proteste
Il bilancio parla di 7 morti e 140 feriti (Getty Images)

Si tratta di una situazione estremamente delicata quella che sta vivendo Bogotà in queste ore, a seguito dell’uccisione dell’avvocato 44enne Javier Ordóñez da parte degli agenti di polizia. La iniziale manifestazione pacifica si è presto trasformata in una rivolta molto violenta, che ha già portato a 7 morti e 140 feriti. Secondo quanto riferito dalla polizia nazionale, cinque persone sarebbero decedute a Bogotà, mentre altre due nella vicina città di Soacha. Preoccupa anche il numero dei feriti. Su 140, ben 87 appartengono alla polizia, mentre 53 sono civili.

Il direttore ad interim della polizia Gustavo Alberto Moreno ha dichiarato che la folla ha provocato gravi danni materiali, sottolineando l’attacco a 49 ‘Comandi di azione immediata’. Si è fatto sentire anche il governo nazionale, con il ministro della Difesa Carlos Holmes Trujillo che ha annunciato che verranno consegnati fino a 50 milioni di pesos a tutti coloro che forniranno informazioni utili sui responsabili degli omicidi e degli atti di vandalismo.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Beirut, nuovo incidente al porto: zona evacuata per incendio