Pisa, niente asilo nido per i figli dei medici: la reazione dei genitori

0
9

Un asilo nido di Pisa ha rifiutato l’ingresso dei figli del personale sanitario. Il motivo della decisione.

Bambina morta asilo
Asilo (Foto Pixabay)

È successo a Pisa. Qui un asilo nido comunale ha chiuso le porte ai figli del personale sanitario. Dunque, i figli di medici, infermieri e operatori sanitari, ossia gente che è a stretto contatto con pazienti affetti da Covid-19, non possono entrare.

Dinanzi a una decisione, e un rifiuto simile, si legge sul Tirreno che una coppia di genitori ha contattato il Comune. I coniugi, entrambi dipendenti dell’ASL di Pisa hanno chiesto delle spiegazioni su quanto accaduto.

La decisione dell’asilo nido di non far entrare figli di dipendenti sanitari ha suscitato moltissime polemiche e sono molte le famiglie indignate.

Alcune famiglie hanno affermato che tale decisione è un atto discriminatorio e anticostituzionale. Secondo i genitori dei bambini è impossibile “lasciare a casa i figli di chi lavora in ospedale con contatti nelle aree Covid”.

Potrebbe interessarti anche: Roma, attacco hacker all’Università di Tor Vergata: rubate ricerche Covid-19

Pisa, niente asilo nido per i figli dei medici

Roma allarme tubercolosi
Bambini ©Getty Images

 

Il Comune di Pisa, dopo aver ascoltato le critiche dei genitori dei bambini, ha spiegato che la decisione non ha natura discriminatoria né tantomeno anticostituzionale.

La decisione di non far entrare all’asilo i figli di dipendenti sanitari è semplicemente frutto di una inghippo normativo contenuto nel decreto diffuso dal ministero dell’Istruzione lo scorso 3 agosto.

Nel decreto si può leggere che si nega il permesso d’ingresso ai bambini se “questi o i loro genitori e accompagnatori sono stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni”.

L’amministrazione comunale avrebbe scoperto il problema quando ai genitori-operatori sanitari è stato chiesto di firmare l’auto dichiarazione contenente anche questo passaggio e loro si sono rifiutati di farlo.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, Arcuri: “È stato un errore di tutti noi rilassarci troppo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui