Coronavirus, focolaio a Polignano: altri 25 positivi, 103 in totale

Peggiora la situazione relativa al focolaio a Polignano a Mare, in Puglia. Stando all’ultimo aggiornamento da parte del sindaco, sono 25 i nuovi positivi al Coronavirus

coronavirus polignano
Coronavirus, nuovo focolaio a Polignano a Mare: i positivi salgono a 103 (Getty Images)

Nella giornata di ieri, a Polignano a Mare è scoppiato l’allarme. Un nuovo focolaio, partito da un’azienda ortofrutticola, ha portato a 78 nuovi casi di Coronavirus. Una situazione decisamente preoccupante, che però sta peggiorando. Nel Barese sono in corso proprio in queste ore una serie di controlli e tamponi, soprattutto ai contatti più stretti dei dipendenti.

Nella giornata di ieri, il sindaco del paese Domenico Vitto aveva parlato di quanto sta accadendo, assicurando il massimo dell’impegno per far sì che il focolaio venga da subito neutralizzato. I numerosi tamponi effettuati in queste ore, però, stanno portando a dati ancor più preoccupanti. Secondo quanto riportato dal sindaco stesso, infatti, ai 78 casi precedentemente riportati ne vanno aggiunti altri 25.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pescara, allarmi bomba: pacchi sospetti nelle zone principali della città

Coronavirus, focolaio a Polignano: altri 25 positivi

coronavirus polignano
Secondo quanto riferito dal sindaco, alcuni di questi arrivano da altre province (Getty Images)

Una situazione in rapido peggioramento quella di Polignano a Mare, paesino in provincia di Bari. A causa di un focolaio scoppiato in un’azienda ortofrutticola, ben 103 persone sono risultate positive al Coronavirus. Ai 78 registrati ieri, infatti, se ne sono aggiunti altri 25. A comunicarlo il sindaco Domenico Vitto, che sta invitando alla massima calma e soprattutto alla prudenza. Secondo quanto riportato dall’Ansa, però, non tutti i casi sarebbero ricollegabili a residenti di Polignano.

Sempre stando alle parole del sindaco, infatti, alcuni lavoratori dell’impresa ortofrutticola arrivano dalle province di Bari, Taranto e Brindisi. Nel corso dei prossimi giorni, ulteriori controlli verranno effettuati ai contatti più stretti delle persone risultate positive. L’obiettivo è quello di neutralizzare il contagio quanto prima, in modo da limitare i danni.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, positivo patriarca che lo definì punizione di Dio per gay