Covid, italiani evitano negozi senza norme distanziamento: lo studio

Un italiano su tre evita i negozi che non rispettano le norme anti coronavirus sul distanziamento sociale. Questo afferma una ricerca di Roland DG.

Getty Images

Una ricerca redatta da Roland DG su circa 2.500 consumatori si è occupato di analizzare l’impatto avuto dalle norme anti coronavirus sulla fiducia e il comportamento dei clienti. Quello che è emerso, è che circa il 45 per cento dei consumatori ha preso la decisione di non frequentare più le attività commerciali che non dispongono di una chiara segnaletica relativa al distanziamento sociale. Un dato che rileva come gli italiani si dimostrino particolarmente sensibili al rispetto delle norme anti Covid-19. Questo significa inoltre che al momento, tutti i marchi che non si sono ancora preoccupati di mettere all’interno dei loro store un’adeguata segnaletica sul rispetto di queste norme, rischiano di subire dei danni d’immagine tutt’altro che trascurabili. Nel commentare lo studio Marc Artigas, direttore commerciale di Roland DG Italia, ha dichiarato che “i punti vendita che non danno priorità alla segnaletica relativa al Covid-19 continueranno a riscontrare un allontanamento dei clienti”.

Leggi anche: Coronavirus, Israele: dichiarato coprifuoco in 40 città

Sondaggio di Metro Analyst: un greco su due rifiuterebbe il vaccino

Getty Images

La società Metron Analyst ha realizzato un sondaggio chiedendo agli abitanti della Grecia una loro opinione sulla possibilità di potersi vaccinare contro il coronavirus nel momento in cui sarà trovata una cura. Quello che emerge dalla rilevazione, è che all’interno della popolazione esiste un consistente scetticismo sulle misure imposte fino ad adesso dalla comunità scientifica internazionale. Il 44 per cento delle persone intervistate, sostiene infatti che rifiuterebbe di sottoporsi alla vaccinazione laddove vi fosse la possibilità di farlo. Un chiaro segnale di come esista una certa sfiducia nel mondo scientifico riguarda la gestione della pandemia di coronavirus.

Leggi anche: Coronavirus, in arrivo il braccio robotico per effettuare i tamponi