Coronavirus, Grecia: quasi la metà degli abitanti rifiuterebbe il vaccino

Sebbene sia uno dei Paesi europei che meglio ha gestito la pandemia, in Grecia regna lo scetticismo. Un sondaggio ha rivelato che il 44% dei greci non si vaccinerebbe.

grecia covid
 (Getty Images)

Un piccolo paradosso quello greco, da una parte il Paese che meglio ha reagito alla pandemia, dall’altra il rifiuto di larga parte della popolazione ad una possibile vaccinazione così come a indossare la mascherina per contenere il contagio. Grazie anche al distanziamento sociale “geografico”, in virtù della miriade di isole che compongono il Paese, la Grecia ha contato finora poco più di 11 mila casi e meno di 300 decessi. Più della metà dei contagi risalgono allo scorso mese, con l’assalto – seppur limitato – dei turisti internazionali.

Un sondaggio realizzato dalla società Metron Analysis, pubblicato dal settimanale To Vima, ha registrato la reazione della popolazione all’eventualità di potersi vaccinare contro il Coronavirus. Allo stesso tempo un’alta percentuale di giovani si è detto contraria all’obbligo di indossare la mascherina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Covid-19, l’accusa alla Grecia: “Nasconde i casi per non perdere i turisti”

Coronavirus, Grecia: il 22% della popolazione contro la mascherina

grecia italia
 (Getty Images)

I risultati del sondaggio evidenziano un marcato scetticismo della popolazione nei confronti delle misure indicate dalla comunità scientifica internazionale. Il 44% degli intervistati ha infatti detto che, pur avendone la possibilità, non si sottoporrebbe alla vaccinazione contro il Covid-19. Percentuale che sale ulteriormente – il 54% – nella fascia di età 17-34 anni e raggiunge addirittura il 56% tra i greci compresi tra i 45 e 54 anni.

Altro dato interessante che emerge dall’indagine fatta è quello sull’obbligo di indossare la mascherina, tra le misure principali adottate in tutto il mondo per arginare possibili nuovi contagi. Quasi un greco su 4, il 22% del campione, è contrario all’utilizzo della mascherina, con un rifiuto all’obbligo che sale ulteriormente tra i più giovani, arrivando al 28%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, l’allarme degli anestesisti: “Casi gravi come quelli di marzo”