“Aggredito da Beppe Grillo”, la denuncia del giornalista di Rete4

0

Il giornalista Francesco Selvi denuncia che Beppe Grillo gli avrebbe strappato di mano il cellulare durante le riprese di un servizio tv per Rete4: cinque giorni di prognosi.

beppe Grillo
Fonte: Francesco Selvi

Il reporter televisivo era sulle tracce del leader spirituale del Movimento 5 Stelle per la trasmissione di Paolo Del Debbio. Secondo la ricostruzione di Selvi, Grillo l’avrebbe strattonato mentre lui era intento a riprenderlo col cellulare per fargli delle domande.

La scena è avvenuta a Marina di Bibbona, la località in provincia di Livorno che il comico sceglie come meta estiva tutti gli anni. Selvi racconta di aver incrociato lo showman in uno stabilimento balneare, era sulle sue tracce per la trasmissione Diritto e Rovescio. Avendo dichiarato di essere un giornalista, Selvi sostiene di aver rivolto al pentastellato una serie di domande sullo scenario politico attuale riprendendo tutto col cellulare.

I quesiti vertevano sulle referendum e le elezioni regionali, ma anche sulla fiducia delle forze politiche all’Esecutivo guidato da Giuseppe Conte. Infine, alla domanda sul vaccino per il Covid19 e sui movimento dei negazionisti, Grillo avrebbe sbottato.

Secondo il racconto del cronista, il comico avrebbe cercato di strappargli il cellulare di mano, per poi gettargli addosso del gel disinfettante. Una spinta, infine, avrebbe fatto cadere rovinosamente a terra il reporter. Una caduta da una certa altezza, tre gradini di scale per la precisione. Il comico sarebbe poi andato via verso la sua villa nei pressi dell’arenile.

Francesco Selvi si sarebbe dunque recato al nosocomio di Cecina, dove i sanitari gli hanno dato un referto con cinque giorni di prognosi. Un trauma distorsivo al ginocchio sarebbe la conseguenza della disavventura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Beppe Grillo con la mascherina a metà dicembre, cosa nascondeva?

Le reazioni politiche all’aggressione

L’Associazione Stampa Toscana esprime solidarietà per il collega, in un comunicato diramato assieme alla Fnsi: “non è tollerabile che un personaggio impegnato in maniera diretta o indiretta in politica, quindi un uomo pubblico a tutti gli effetti, reagisca in maniera violenta davanti a un giornalista che sta solo esercitando la sua professione”.

La candidata presidente della Regione Toscana della Lega, Susanna Ceccardi, ha espresso solidarietà al giornalista Selvi con un post pubblicato su Facebook: “La libertà di stampa è il fondamento di ogni democrazia. È vergognoso che chi inneggia alla democrazia diretta si permetta poi di aggredire un giornalista nell’esercizio della propria professione. Piena solidarietà a Francesco Selvi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui