Riapertura scuole, Azzolina: “Non c’è rischio zero, ma protocollo funziona”

0
3

Riapertura scuole, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ne ha parlato a Il caffè della domenica, programma in onda su Radio24

riapertura scuole azzolina
La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha parlato della riapertura delle scuole (photo Gettyimages)

Manca pochissimo alla riapertura delle scuole, nonostante le numerose critiche e i dubbi ancora presenti circa la possibilità che studenti e docenti tornino tra i banchi. A tal proposito, nelle ultime settimane si è più volte espressa la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, sottolineando la fattibilità del ritorno a scuola.

Intervistata da Maria Latella su Radio24 – nel corso del programma Il caffè della domenica – la ministra ha ribadito i lavori in corso per permettere un rientro il più possibile normale e sicuro. “Parliamoci chiaro: la scuola non è un posto fatato e non si può parlare di rischio zero” ha spiegato Lucia Azzolina: “Abbiamo a tal proposito lavorato con l’Iss per avere un protocollo che garantisca il massimo della sicurezza“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il premier Conte sui fondi Ue: “Rcovery Fund non per taglio tasse”

Riapertura scuole, Azzolina: “Il protocollo sta già funzionando”

riapertura scuole azzolina
Ieri primo studente positivo a Roma (via Screenshot)

È di ieri la notizia del primo studente positivo al Marymount di Roma, che ha portato all’isolamento di 9 persone. “Una dimostrazione del fatto che il protocollo sta già funzionando ha spiegato la Azzolina: “Inizialmente si parlava di 65 persone in quarantena, invece solo 9 saranno isolate e continueranno con la didattica a distanza“. In vista del 14 settembre e della riapertura totale delle scuole, la ministra ha parlato di istituti che diventeranno molto sanitari.

Il primo giorno di scuola? Secondo me sarà molto emozionante. Si torna dopo mesi di studio da casa, c’è grande attesa” aggiungendo che: “Necessario evitare assembramenti al di fuori degli istituti, mentre la temperatura va misurata a casa per evitare di esporre altri studenti al rischio del contagio“. Infine, una battuta sulle critiche di Salvini: “Con quale criterio vuole parlare di questo argomento? Nel 2008 votò per il taglio da 8 miliardi di euro alla scuola, è una persona abituata ad ingannare gli italiani“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, ministro Speranza è fiducioso: “Vedo la luce in fondo al tunnel”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui