Migranti, Musumeci contro Lamorgese: “Non siamo criminali”

0

Si riaccende lo scontro sui migranti tra il Viminale e il Presidente della Regione Sicilia che rispedisce al mittente le dichiarazioni della Ministra al Forum Ambrosetti. 

Getty Images

Intervenendo al Forum Ambrosetti che si è tenuto a Cernobbio, la Ministra Degli Interni Lucia Lamorgese ha dichiarato che “una delle accuse che ci rivolgono è che non abbiamo bloccato gli sbarchi autonomi. Ma non possiamo bloccare i barchini affondandoli. Non devono partire, bisogna quindi lavorare con i Paesi di provenienza, come la Tunisia dove sono stata due volte a luglio ed agosto”. La Lamorgese ha poi ricordato come “negli ultimi due mesi tutti i migranti sono arrivati con sbarchi autonomi, l’unico arrivo con una nave ong è avvenuto la scorsa settimana ed ha riguardato 350 persone”. Dichiarazioni che inevitabilmente hanno riacceso lo scontro con il Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci. Se la convocazione a Roma da parte del premier Conte del governatore siciliano e del sindaco di Lampedusa aveva infatti abbassato i toni di una polemica tra stato e regione che diventava ogni giorno più aspra, la replica di Musumeci è destinata a creare nuovamente tensione. 

Leggi anche: Migranti, Tar Palermo: “Musumeci ha inviato mail a indirizzo sbagliato”

La replica di Musumeci alle dichiarazioni della Lamorgese

Musumeci  si è infatti sentito chiamare in causa da alcune dichiarazioni della Ministra. Per questo il governatore ha risposto prontamente al suo intervento dichiarando affondare i barchini? Ma ci hanno preso per criminali? Anche oggi il ministro dell’Interno ha perso l’occasione di dire una cosa semplice: hanno sottovalutato enormemente il rischio sanitario connesso alle migrazioni. Non hanno adeguato le strutture ai rischi connessi alla pandemia , di cui si aveva notizia dai primi di febbraio. Domani è il 7 settembre e solo domani si terrà una riunione per svuotare ed adeguare l’hotspot di Lampedusa. Mentre ancora nulla si sa degli altri. Ragione per la quale domani, al termine di quella riunione sull’isola, valuteremo quali provvedimenti urgenti assumere, avendo appena ricevuto anche la relazione sul Cara di Caltanissetta. Tutti hanno capito che la nostra è una battaglia di civiltà. Quindi non ci fermiamo”.

Leggi anche: Migranti, governo promette sgombero hotspot e aiuti a Lampedusa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui