Figlia di Riina chiude il ristorante Corleone, addio a Parigi

0
4

Figlia di Riina chiude il suo ristorante, l’imprenditrice è stata bersagliata da critiche e dopo un po’ di tempo dall’apertura ha deciso di mettere fine al suo sogno. 

Totò Riina strage di Capaci
Totò Riina, condannato anche per la strage di Capaci (Getty)

Non è di certo un nome leggero quello che porta Lucia Riina, figlia del noto boss che per anni ha portato il terrore nell’Italia del sud. Cercare di fare qualsiasi cosa, con quel cognome, deve essere stata un’impresa non poco ardua. E’ infatti troppo spesso usanza comune scaricare sui figli le colpe dei padri, e questo non è di certo una cosa bella e giusta da fare. Molto spesso, infatti, i figli sono i primi ad accorgersi dei difetti dei genitori e a prenderne le distanza, sperando di migliorare e di diventare un altro tipo di persona. Tuttavia la figlia di Totò Riina, Lucia, non ha fatto nulla per nascondere il suo cognome e tutta la mitologia che gira attorno alla mafia e alla figura del padre. Anzi, ha deciso di mettere su un business proprio sfruttando la storia della mafia come attività di marketing.

LEGGI ANCHE —> Marito sfregia la moglie con un coccio, lotta davanti ai figli

Figlia di Riina chiude il ristorante Corleone, addio a Parigi e al suo bistrot

La donna aveva aperto nel 2018, poco dopo la morte del padre, un ristorante in Francia. Un bistrot, il “Corleone“. Inevitabilmente è iniziata une vera e propria bufera. La donna, infatti, è stata accusata di usare il proprio cognome e quel nome per evocare la storia della criminalità, delle morti, delle stragi, per fare marketing e vendersi meglio. La donna alla fine ha deciso di togliere il proprio nome dal cartellone e le cose sono andate sempre peggio. Il Covid-19 avrebbe poi messo il chiodo definitivo sulla romba del bistrot.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, malore in diretta Facebook per Lorenzoni: le sue condizioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui