Turchia, liberato avvocato: stop a sciopero della fame durato 245 giorni

0

Una corte di Istanbul, in Turchia, libera l’avvocato Aytac Unsal. Interrotto il suo sciopero della fame in punto di morte e durato ben 245 giorni.

Turchia avvocato
Aytac Unsal liberato ad Istanbul (via WebSource)

Una corte di Istanbul ha deciso di scagionare l’avvocato Aytac Unsal, che di conseguenza ha deciso di interrompere il suo sciopero della fame. Uno sciopero durato quasi un anno, ben 245 giorni, ed interrotto in punto di morte. Inoltre la decisione di non mangiare più fu presa da Unsal insieme alla collega Ebru Timtik. La donna però, dopo 238 giorni senza cibarsi, non ce l’ha fatta ed è deceduta una settimana fa.

Secondo il portale indipendente Bianet, la decisione della liberazione dell’avvocato sarebbe avvenuta lo scorso 1 settembre. La notizia, però, è stata riportata solamente nella gioranta ieri. Una liberazione arrivata proprio ad una settimana dalla morte di Ebru Timtik, avvocatessa di origini turche. I due iniziarono lo sciopero per chiedere un giusto processo per loro e per altri due imputati.

Dopo la decisione presa dalla corte di Istanbul, si è pronunciata la moglie di Aytac Unsal, Didem. Infatti la donna ai microfoni si è detta contenta per la liberazione del marito, ma dispiaciuta per la scomparsa della collega Ebru. Ma Didem ha assicurato tutti, affermando che il volto di Ebru sarà celebrato visto che ha rappresentato la parola dei dissidenti.

Turchia, liberato l’avvocato Unsal: il caso

Turchia avvocato
Il caso dell’avvocato Aytac Unsal (via WebSource)

Aytac Unsal, Ebru Timtik e altri 12 avvocati furono arrestati nel 2017 semplicemente per essere in contrasto con le idee del governo turco. Così dopo quasi tre anni dall’incarcerazione, Aytac Unsal ed Ebru Timtik decisero di iniziare uno sciopero della fame in attesa di un nuovo processo.

Purtroppo Ebru non ce l’ha fatta, con l’avvocatessa che fu portata d’urgenza dalla prigione di Silivri, a nord di Istanbul, all’ospedale visto l’aggravarsi delle sue condizione. Ma ormai era troppo tardi, con l’avvocatessa che non ce l’ha fatta ed è deceduta. La morte di Timtik ricorda molto il decesso della cantante turca leader del gruppo di estream sinistra, Grup Yorum.

Sia i due avvocati che la cantante del gruppo di estrema sinistra erano accusati di avere contatti con i brigatisti del gruppo Dhck-p.Peter Stano. Nel caso era intervenuta anche l’Unione Europea, chiedendo alla Turchia di riconsiderare la propria posizione. Ma la Turchia non tornò sui suoi passi, incarcerando Unsal, Timtik ed altri 17 dissidenti. Unsal e Timtik così iniziarono lo sciopero della fame, nutrendosi solamente di liquidi e vitamine.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui