Roma, no-vax in piazza: previste 2mila persone senza mascherina

Oggi a Roma, dopo i no-mask sfileranno anche i no-vax. Sono previste ben 2mila persone negazioniste, che sfileranno rigorosamente senza mascherina.

Roma no-vax
Previste 2mila persone contro il vaccino in piazza a Roma (via WebSource)

Il Coronavirus ha messo Ko il mondo intero, mietendo oltre 873mila vittime nel pianeta e mettendo grandissima pressione al mondo della ricerca, che rincorre un vaccino per mettere fine a questo incubo. Eppure c’è chi continua a lottare contro i vaccini, esprimendo con forza e saccenza il proprio pensiero in piazza.

E’ proprio il caso dei No-Vax che oggi sfileranno a Roma. Ne saranno circa 2mila, ed a sorpresa occuperanno le strade della Capitale rigorosamente senza mascherina. Insomma una folla di oppositori delle misure anti-Covid sfilerà in piazza, gridando al complotto ed all’oppressione, dicendo “No all’obbligo di indossare uno strumento che “priva di ogni libertà”, come appunto la mascherina.

Così i complottisti sfileranno tra le strade della Capitale con uno slogano diretto e carico di violenza: “Tutti a Roma al grido: Italia libera! Contro la dittatura sanitaria, finanziaria e giudiziaria“.

Roma, i no-vax scendono in piazza: l’evento organizzato su Facebook

Roma no-vax
No-vax in piazza a Roma contro le misure anti-Covid (via WebSource)

La manifestazione che vedrà coinvolti circa 2mila negazionisti da tutta Italia è stata organizzata su Facebook, dal gruppo intitolato appunto “Italia libera 5 settembre tutti a Roma“. I No-vax scenderanno in piazza per protestare contro giornalisti, politici, e artisti, ma non solo. Infatti nel mirino dei complottisti ci sono soprattutto, medici, ricercatori scientifici, e giuristi, che ha detta dei no-vax in questi mesi hanno censurato la verità, solamente per mantenere lo stato attuale delle cose.

Al fianco dei complottisi, come previsto, ci saranno anche frange dell’estrema destra italiana, con esponenti di Casapound e Forza Nuova. Proprio il leader romano di Forza Nuova, Giuliano Castellino, nella giornata di ieri ha annunciato che il 5 settembre è finalmente il giorno per per “salvare i bambini dalla dittatura sanitaria e cancellare le leggi Azzolina e Lorenzin”. Castellino ha poi concluso il suo intervento affermando di essere al fianco di partite IVA, lavoratori, disoccupati e precari, invitando trutti a gridare “Libertà”.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !