Covid-19, l’accusa alla Grecia: “Nasconde i casi per non perdere i turisti”

0
4

Covid-19, l’accusa alla Grecia: “Nasconde i casi per non perdere i turisti”. Le accuse nei confronti del governo di Kyriakos Mitsotakis arriva da un gruppo di medici e dall’opposizione politica

Contagi Grecia
Covid-19, l’accusa alla Grecia: “Nasconde i casi per tenere i turisti” (Foto: Getty)

Il governo greco è stato accusato di aver coperto il numero di casi di coronavirus sulle isole del Mar Egeo, presumibilmente cedendo alle pressioni dell’industria del turismo.

Medici e parlamentari dell’opposizione affermano che le cifre sono state “riviste” al momento dei test effettuati al rientro ad Atene e nelle altre città principali dopo le vacanze.

Ciò ha ridotto il numero dei contagi per isole come Mykonos, Santorini e Paros, dicono i critici, disegnando una realtà più rosea dell’effettivo.

Una delle accuse principali riguarda poi il modo del governo di contare i casi di coronavirus. Le infezioni vengono divise per regione e non per singola isola, rendendo complicato capire i livelli di positività in alcune delle destinazioni turistiche più famose della Grecia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, l’annuncio di Sileri: “Casi in aumento ma situazione non critica”

Covid-19, l’accusa alla Grecia: “Nasconde i casi delle isole per non perdere i turisti”

Grecia nasconde i casi
Covid-19, l’accusa alla Grecia: “Nasconde i casi per non perdere i turisti” (Foto: Getty)

Nikos Chardalias, ministro della Protezione civile, ha ammesso che sono stati forniti solo i dati regionali sul Covid-19. Questo per impedire che nessuna destinazione turistica finisse nel mirino dell’attenzione mediatica.

Panagiotis Papanikolaou, segretario della Federazione delle associazioni dei medici ospedalieri della Grecia, ha dichiarato: “Abbiamo più volte sottolineato che questo modo di informare il pubblico sui reali contagi delle isole è inaccettabile“. In più ha insinuato che gli stessi operatori turistici internazionali abbiano forzato il governo di Atene a minimizzare il numero di positività.

Yiannis Ragousis, un parlamentare del partito di opposizione Syriza, ha accusato il premier Kyriakos Mitsotakis di mettere in pericolo “decine di migliaia di persone“.

Sapevano cosa stava succedendo e non hanno detto nulla nè agli abitanti locali nè ai visitatori“.

In totale ricordiamo che la Grecia ha fatto registrare 11.200 casi e 279 decessi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bangladesh, esplosione in una moschea: almeno 12 morti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui