Gianni Serra, morto a 86 anni il regista bresciano

Ad 86 anni si è spento al Gemelli di Roma Gianni Serra, stimato regista e sceneggiatore bresciano protagonista del grande schermo italiano

Gianni Serra
(Pixabay)

Il 14 dicembre avrebbe compiuto 87 anni, Gianni Serra nato a Montichiari, un paesino di poco più di 20mila abitanti in provincia di Brescia. Tuttavia, il regista e sceneggiatore italiano non ha potuto dare il suo ultimo saluto alla sua città perché si è spento nella capitale, all’ospedale Gemelli di Roma. La sua passione per l’arte, in generale, è nata durante i suoi studi di filosofia, mentre si esercitava con la pittura a casa del cugino, il pittore Ernesto Treccani.

Sarà proprio col cugino ed altri due compagni, Ruggero Savinio e Lorenzo Tornabuoni, che vola a Parigi dove scopre il mondo del cinema che subito lo cattura e ne fa di lui un prestigioso regista e sceneggiatore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Valmadrera, tragico incidente sul Moregallo: morto escursionista

Gianni Serra, un regista negli anni: è morto

Gianni Serra

Nel mondo dello spettacolo a partire dagli anni ’50, quando neppure trentenne, comincia a collaborare con la Rai occupandosi della regia di vari programmi. Ha avuto infatti il piacere di conoscere Mike Buongiorno, con La fiera dei sogni ed Enzo Tortora grazie ai programmi Campanile sera e La Domenica Sportiva. Di lì in poi una carriera ricca di successi e soddisfazioni, vari film, programmi TV ed anche una regia teatrale per Cassio governa a Cipro di Giorgio Manganelli da Othello di William Shakespeare.

Gianni Serra viveva a Roma con la moglie, Gioia Benelli che tristemente ha dovuto accettare la scomparsa del marito dopo tantissimi anni di matrimonio passati uno al fianco dell’altro, anche nel mondo del lavoro. Anche la Benelli è stata una regista e sceneggiatrice dello spettacolo italiano, spesso i due, infatti, hanno collaborato insieme.

LEGGI ANCHE > > > Siberia, scoperta voragine di 50 metri: è allarme tra gli esperti