Covid-19, la scoperta del Cnr: “Un prodotto naturale può ucciderlo”

0
1

Covid-19, la scoperta del Cnr: “Un prodotto naturale può ucciderlo”. Lo studio internazionale ha visto in prima linea l’Istituto di nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche

Composto naturale contro il covid
Covid-19, la scoperta del Cnr: “Prodotto naturale può ucciderlo” (Foto: Getty)

Al centro dell’attenzione di tutti i ricercatori scientifici a livello mondiale c’è la cura per il coronavirus. Il vaccino è entrato nelle fasi finali di sperimentazione in diversi paesi (Russia, Usa e Cina) e potrebbe finalmente essere diffuso a tutti i cittadini del pianeta a partire dal 2021. Nel frattempo però si cercano sempre delle cure significative per sconfiggere il SarsCov2 e rendere quindi innocue le infezioni e i contagi.

Una scoperta significativa in tal senso è stata divulgata negli ultimi giorni dall’International Journal of Biological Macromolecules e coinvolge in prima linea anche il Cnr. Un prodotto naturale come la quercetina può uccidere il patogeno di origine cinese.

Il risultato è frutto del lavoro di ricerca condotto da Bruno Rizzuti dell’Istituto di nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nanotec) di Cosenza, affiancato da un gruppo di ricercatori di Saragozza e Madrid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, la metà dei pazienti positiva dopo 30 giorni: lo studio

Covid-19, la scoperta del Cnr: “La quercetina può ucciderlo”

Quercetina contro il Covid
Covid-19, la scoperta del Cnr: “La quercetina può ucciderlo” (Foto: Getty)

Le simulazioni al calcolatore hanno dimostrato che la quercetina si lega esattamente nel sito attivo della proteina 3CLpro, impedendole di svolgere correttamente la sua funzione”.

Ad affermarlo è l’autore della ricerca Bruno Rizzuti, che aggiunge: “Già al momento questa molecola è alla pari dei migliori antivirali a disposizione contro il coronavirus, nessuno dei quali è tuttavia approvato come farmaco. La quercetina è un prodotto naturale presente nei vegetali, come cipolla, capperi e radicchio ed è nota per le sue proprietà anti-ossidanti“.

Inoltre la quercetina può essere facilmente modificata per sviluppare una molecola di sintesi ancora più potente. Le sue piccole dimensioni e la struttura chimica è “facilmente lavorabile” e consente di renderla perfetta per questa battaglia.

La parte più interessante di questo lavoro è lo screening sperimentale eseguito su 150 composti, grazie a cui la quercetina è stata individuata come molecola attiva su 3CLpro”, conclude Adrian Velazquez-Campoy dell’Università di Saragozza. L’autore spagnolo ha diretto il gruppo di ricerca grazie alla sua esperienza sul campo, maturata già ai tempi della SARS nel 2003.

Con i risultati scientifici ottenuti presto potrebbero essere prodotti dei medicinali a base di questo composto naturale per curare i malati di Covid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, parte la fase 1/2 del vaccino Sanofi-GSK su 400 volontari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui