Calciomercato, Messi: dall’Argentina parlano di un clamoroso dietrofront

0
3

Lionel Messi, secondo alcune voci che trapelano in Argentina, potrebbe fare un clamoroso dietrofront e decidere di restare a Barcellona per un altro anno. 

Getty Images

Lionel Messi potrebbe fare una clamorosa retromarcia e decidere di non lasciare il Barcellona. Sembra infatti che il confronto del padre Jorge con il presidente Bartomeu non abbia portato a nessun tipo di accordo, e i margini per lasciare consensualmente il club in cui è cresciuto sembrano ormai inesistenti. E le voci che adesso trapelano dall’Argentina, riferiscono che il calciatore non sarebbe più così convinto di poter lasciare i blaugrana quest’anno. D’altronde, il Presidente del Barcellona sembra irremovibile. Messi potrà lasciare il club soltanto di fronte al pagamento dei 700 milioni della clausola rescissoria, una cifra che nessun club può permettersi in alcun modo di affrontare. Ecco perché la nuova strategia dell’entourage dell’argentino potrebbe essere quella di rinviare di un anno la partenza, per liberarsi a parametro zero nel 2021. 

Leggi anche: Calciomercato Juventus, il piano per arrivare a Suarez: i dettagli

Messi, il cugino: “Leo non è più così sicuro di poterla spuntare”

Getty Images

Resta però difficile comprendere come si rivelerebbe la sua permanenza in squadra, dopo una presa di posizione così netta da parte di Messi. Il Burofax inviato al club sembrava infatti sancire una rottura definitiva, con i tifosi ormai rassegnati all’idea di perderlo. Quale sarebbe la loro reazione nel caso Messi adesso decidesse invece di restare? Le voci che sostengono questo ripensamento dell’argentino provengono da alcune fonti interne alle Seleccion e da un virgolettato di un suo cugino, Maxi Biancucchi, che afferma che “Leo non è più così sicuro di poterla spuntare”. Il riferimento è alla guerra legale che dovrebbe intraprendere con il Barca, che continua a sostenere che l’opzione che gli permetteva di liberarsi a zero sia scaduto in maniera irrevocabile il 10 Giugno. L’entourage di Messi ha sempre sostenuto invece che a causa del posticipo della stagione dovuto all’epidemia di coronavirus, il termine si fosse automaticamente prolungato.

Leggi anche: Juventus, tegola per Pirlo: infortunio in Nazionale e 15 giorni di stop

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui