Terremoto ad Avellino, la terra trema con magnitudo 3.1

Terremoto ad Avellino, pochissimi minuti fa si sono sentite forse scosse di terra nel paese italiano, con dei movimenti sismici piuttosto forti. 

Terremoto Cile
Terremoto (Foto: Getty)

L’Italia è un Paese relativamente vecchio e per questo continua ad essere oggetto di particolari movimenti tettonici e delle varie zolle che sono alla costante deriva. Dopo la frammentazione di Pangea, il grande ed unico continente che milioni di anni fa caratterizzava la Terra, le varie zolle tettoniche non hanno fatto altro che andare alla deriva. Andando alla deriva però, ovviamente, hanno finito anche con lo scontrarsi e il colpirsi, generando vari fenomeni. Basti pensare che le montagne sono proprio il frutto di questi movimenti tettonici, con il terreno che si increspa. Ed anche i vulcani, montagne con tantissimo magma al loro interno, finiscono per essere generati proprio da questa deriva dei continenti, che provocano esplosioni pirotecniche e ovviamente molto pericolose. Ma soprattutto i terremoti ci portano la testimonianza di una Terra in continuo mutamento.

LEGGI ANCHE —> Covid, Fauci assicura: “Vaccino? Potrebbe arrivare prima del previsto”

Terremoto ad Avellino, la terra trema con magnitudo 3.1

Un terremoto piuttosto importante è stato registrato pochissimi minuti fa in Campania, precisamente ad Avellino. A confermare quanto accaduto è stato l’INGV con il solito osservatorio nazionale che è stato velocissimo nel identificare e nel segnalare quanto accaduto. Il terremoto ha colpito una zona molto vicina ad Avellino, con la terra che è tremata con una forza di 3.1 in magnitudo. Non è stato di certo un avvenimento sismico potente, ma come sappiamo questi terremoti sono seguiti da altre scosse. Ora quindi non può che albergare un po’ di timore e di paure nei cuori degli avellinesi, che potrebbero dover subire altri smottamenti nelle prossime ore e possibilmente anche nel cuore della notte.

LEGGI ANCHE —-> Lady Diana, la rivelazione choc: “Queste le sue ultime parole”