Depardieu ubriaco alla guida: “Preferisco Putin a Macron”

Gérard Depardieu è stato fermato per guida in stato di ebrezza mentre percorreva in motorino una strada di Parigi.

Vladimir Putin (Getty Images)

Il noto attore francese, Gérard Depardieu, come riportato dal settimanale Le Point, è stato fermato per guida in stato di ebbrezza mentre percorreva in motorino una strada di Parigi.

Una volta fermato dai poliziotti, l’attore 72enne, secondo l’agenzia Sputnik, avrebbe reagito al fermo inveendo contro il suo Paese natale. anche detto agli agenti di preferire la Russia al suo Paese d’origine.

Depardieu oltre ad avere la cittadinanza francese per nascita, nel 2012 è divenuto cittadino russo. A consegnargli il passaporto russo fu lo stesso presidente Vladimir Putin.

Potrebbe interessarti anche: Libia, Ue valuta sanzioni per chi infrange embargo armi

Depardieu ubriaco alla guida: “Preferisco Putin a Macron”

Macron Covid
Macron (Foto: Getty)

Il 72enne, secondo le prime ricostruzioni, a bordo di un motorino percorreva la strada del 14esimo arrondissement. In seguito a una violazione del codice della strada, è stato fermato dagli agenti di polizia.

Dopo essere sceso dal mezzo, Depardieu avrebbe ammesso di aver bevuto due birre e, secondo Le Point gli agenti, nonostante l’esito positivo dell’alcol test, all’inizio non hanno fatto alcun verbale.

La multa è scattata solo quando Depardieu è stato accompagnato in commissariato e si è sottoposto a un secondo test. Il responso di quest’ultimo ha accertato la presenza di 0,4 milligrammi di alcol nel sangue.

Successivamente, aspettando che i suoi amici arrivassero a ritirare lo scooter, Depardieu avrebbe inveito contro il suo Paese natale.

L’attore francese ha sostenuto di preferire Vladimir Putin a Emmanuel Macron come leader. Il Presidente della Russia nel 2012 aveva concesso all’attore la cittadinanza russa dopo uno scontro con il Fisco francese.

Da lì ebbero inizi gli screzi tra Depardieu e la Francia. Da annotare che non è la prima volta che Depardieu viene fermato perché ubriaco alla guida. Nel 2013 gli fu sospesa la patente per sei mesi.

Potrebbe interessarti anche: Francia, vignetta razzista sulla deputata: bufera su una rivista