Terremoto a Roma, tre nuove scosse nella notte: epicentro e intensità

Terremoto a Roma, trema ancora la terra. Come conferma anche l’Ingv, sono state ben tre le scosse registrate nella notte e tutte incentrate nello stesso epicentro. Ma l’esperto rassicura: “Nessun pericolo”. 

Terremoto in Italia

Trema ancora la terra in Italia. Come infatti riporta l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, sono state ben tre le scosse registrate sul suolo italiano tra la notte di venerdì 28 e sabato 29 agosto. Il sisma è avvenuto nel territorio romano, dopo una prima scossa registrata già ieri durante la giornata.

Terremoto Sudafrica
 (Foto: Getty)

Terremoto a Roma: nuove scosse nella notte

L’epicentro, questa volta, è Lariano. I movimento tellurici si sono ristretti nel giro di un’ora: il primo è avvenuto alle 00.00 con una vibrazione di magnitudo 2.1, un’altra simile alle 00.46 e infine una nuova vibrazione di intensità 2.8. Anche l’evento di ieri aveva riguardato la medesima località.

Potrebbe interessarti anche —-> Roma, ritrovato un cadavere nella fontana di Villa Pamphilj

Carlo Doglioni, presidente dell’Ingv, ha spiegato ai microfoni di Fanpage i motivi di questi eventi ravvicinati e incentrati sullo stesso epicentro: “Il terremoto è avvenuto su un vulcano attivo, i Colli Albani, quindi non sappiamo se l’evento sia legato proprio all’attività stessa del condotto magmatico. I Colli Albani sono un vulcano attivo (il Vulcano Laziale ndr), quindi hanno una sismicità legata proprio all’evoluzione stessa del vulcano”.

Quando gli si chiede se c’è da preoccuparsi a tal proposito, il geologo rassicura tutti: “Sono eventi talmente leggeri… In Italia ci sono oltre 150 terremoti all’anno di magnitudo 3, stiamo parlando veramente di un livello di intensità basso, ma è chiaro che a Roma si sente molto di più”. 

Leggi anche —-> Tragedia in montagna, 28enne precipita a Madesimo