Coronavirus, Sutri: Sgarbi vieta utilizzo mascherina senza giustificato motivo

A Sutri, il sindaco Vittorio Sgarbi ha firmato un’ordinanza che vieta di indossare la mascherina di protezione dal coronavirus a meno che non ci sia una reale necessità.

Getty Images

Vittorio Sgarbi, sindaco di Sutri, una cittadina che si trova nel Viterbese, ha annunciato che il comune multerà tutti coloro che indossano la mascherina di protezione per proteggersi dal coronavirus senza che vi sia una reale necessità. La giunta comunale ha infatti emanato un’ordinanza in cui ne vien proibito l’utilizzo nei luoghi all’aperto e al chiuso, salvo casi comprovata necessità, dalle 18 alle 6. In una nota pubblicata in seguito dal comune per spiegare meglio la misura, viene chiarito che il Dpcm governativo del 16 Agosto, che ha introdotto una fascia oraria in cui bisogna obbligatoriamente indossare la mascherina, “tutela dal rischio discoteche e non dalla convivialità, che impone di stare a tavola e mangiare senza mascherina”. Chi dunque sarà “scoperto” a indossare il dispositivo di protezione senza giustificato motivo, sarà multato. 

Leggi anche: Coronavirus, la testimonianza: “Tampone negativo ma ero contagiato”

Sutria, Sgarbi: “Obbligo di mangiare senza mascherina”

Getty Images

Anche perché, l’ordinanza comunale cita espressamente una legge, la 533/1977 che regolamenta l’ordine pubblico, che all’articolo 2 vieta “l’uso di caschi protettivi, o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo. È in ogni caso vietato l’uso predetto in occasione di manifestazioni che si svolgano in luogo pubblico o aperto al pubblico, tranne quelle di carattere sportivo che tale uso comportino…”. Sgarbi ha sostenuto con forza la validità di questo decreto affermando che “l’uso della mascherina in luoghi pubblici, salvo che per il personale dipendente, appare in evidente contrasto con il tempo dedicato alla nutrizione che prevede di assumere il cibo senza mascherina. Appare quindi contraddittorio che dopo aver mangiato senza mascherina ci si alzi da tavola mettendosela. Si tratta di forme ridicole di ostentazione che nulla hanno a che fare con le esigenze sanitarie”.

Leggi anche: Coronavirus, Flavio Briatore dimesso: le sue condizioni attuali