Harry Maguire, la sconvolgente testimonianza: “Ho temuto per la mia vita”

Harry Maguire, la sconvolgente testimonianza: “Ho temuto per la mia vita”. Il giocatore del Manchester United ha parlato della sua disavventura in Grecia

Maguire
Harry Maguire, la testimonianza sconvolgente: “Ho temuto per la mia vita” (Foto: Getty)

Harry Maguire ha deciso di raccontare alcuni particolari della sua disavventura a Mykonos, dove era in vacanza con la famiglia. Il capitano del Manchester United ha affermato di aver temuto per la sua vita durante “lo scontro” con la polizia locale.

Pensavo di essere stato rapito. Si sono accaniti sulle mie gambe, colpendomi ripetutamente“.

L’ex giocatore del Leicester ha rilasciato un’intervista alla Bbc per chiarire la sua posizione dopo l’arresto. Il brutto episodio gli è costato anche l’esclusione dalla nazionale inglese, di cui era uno dei titolari.

La prima smentita riguarda il presunto tentativo di corruzione di cui è stato accusato: “E’ semplicemente ridicolo. non ho mai dichiarato ‘Sapete chi sono io’ davanti agli ufficiali greci. Questa storia non è assolutamente vera”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Grecia, arrestato il capitano del Manchester United Maguire: il motivo

Harry Maguire, la sconvolgente testimonianza: “Ho temuto per la mia vita. Si sono accaniti sulle mie gambe”

Maguire arrestato
Harry Maguire, la sconvolgente testimonianza: “Ho temuto per la mia vita” (Foto: Getty)

Parlando di ciò che è accaduto, ha detto: “Questi due uomini si sono avvicinati alla mia sorellina. Hanno chiesto da dove venisse, lei ha risposto e poi la mia fidanzata l’ha soccorsa perchè si è sentita male. Stava perdendo i sensi. Il mio pensiero iniziale era che ci stessero per rapire. Ci siamo inginocchiati, abbiamo alzato le mani in aria. Hanno iniziato a picchiarci e un agente mi ha messo le manette. Non solo, si è anche accanito sulle mie gambe dicendo che avrei smesso di giocare“.

Poi aggiunge: “Ho tentato di scappare, non pensavo che fossero poliziotti, altro che resistenza all’arresto”.

Sulle eventuali scuse pubbliche Maguire sottolinea: “Non mi sento di dovermi scusare di niente. Non ho commesso nulla di sbagliato. Mi dispiace solo per i tifosi e il club per quello che è successo”. 

“Ho grande fiducia nella legge greca e spero che si possa fare chiarezza su questa vicenda una volta per tutte”. 

Ho grande fiducia nella legge greca, che il nuovo processo ci darebbe più tempo per prepararci, raccogliere prove e consentire ai testimoni di entrare in tribunale e la verità verrà fuori“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nba, sciopero finito: i playoff andranno avanti