Francia, emergenza Coronavirus: il Paese riscopre la paura

Francia, torna l’emergenza Coronavirus. Quasi cinquemila casi di contagi nelle ultime 24 ore e obbligo di mascherina all’aperto in 3 grandi città

Francia
Francia, emergenza Coronavirus in tutto il Paese (Getty Images)

Quasi cinquemila casi nuovi nelle ultime 24 ore e la Francia riscopre la paura. Proprio mentre da Nizza sta per partire il Tour de France, il resto del Paese di tornare indietro di cinque mesi, perché i numeri sono quattro volte superiori a quelli di un mese fa. Ecco perché da questa mattina è scattata una misura senza precedenti.

A Parigi, in tutti i quartieri nessuno escluso mascherina obbligatoria per cittadini e turisti come non era stato durante il lockdown. Per chi sgarra, ciclisti e podisti a parte, multe da 135 euro. Fino a ieri erano considerate zone rosse le regioni di Parigi e Marsiglia, con oltre 50 positivi su 100.000 abitanti. Ma lo stesso proveddimento sulle mascherine è statol preso anche a Strasburgo.

francia scuole
La Francia di Macron vive un nuovo incubo (Getty Images)

Facce tirate bel governo, a cominciare da quella del premier Jean Castex. Doveva essere una conferenza stampa per annunciare il rilanciol del Paese, è invece stata l’occasione per dire che l’emergenza non è ancora finita. Il primo ministro operò ha cercato di tranquillizare i francesi dicendo che va molto meglio rispetto al tasso di contagi di inizio pandemia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Francia: nuove disposizioni per la capitale

Francia, tra due settimane le scuole riaperte e mascherina dagli 11 anni in su

In Francia, come in Italia, la riapertura delle scuole è prevista per il 14 settembre. Il governo francese ha deciso che non fornirà gratuitamente le mascherine a studenti e professori. Ma in compenso tutti gli adulti che si trovano negli edifici scolastici  dovranno indiossarla, così come i bambini sopra gli 11 anni.

Parigi (Getty Images)

Intanto però il ministro della Salute, Olivier Véran, ha spegato che in caso di necessità, sono pronti almeno 12mila posti in rianimazione. E sono stati anche ordinati 4 miliardi di mascherine per il personale sanitario. La parola d’ordine al momento è chiara: evitari i contatti negli spazi privati, evitando le feste, le riunioni di famiglia e rispettando le regole.