Coronavirus, vaccino russo: via a sperimentazione su larga scala

0
3

Il vaccino russo contro il Coronavirus entra nella terza fase della sperimentazione clinica. Il farmaco, battezzato Sputnik V, sarà testato su 40mila persone.

Coronavirus vaccino
 (Getty Images)

Dopo l’annuncio in pompa magna fatto dal presidente Vladimir Putin, che ha rivelato di aver fatto somministrare il nuovo vaccino anche alla figlia, lo Sputnik V entra nella terza fase della sperimentazione clinica. Si tratta di un passaggio fondamentale per confermare la sicurezza e l’efficacia del farmaco, al fine di poterlo poi produrre e distribuire a tutta la popolazione. Oltre a confermare la stimolazione di una risposta immunitaria sufficiente, la sperimentazione ha l’obiettivo di escludere possibili effetti collaterali di diversa entità.

Lo Sputnik V, questo il nome scelto per il vaccino in omaggio al celebre programma spaziale sovietico, è sviluppato dal Gamaleya Research Institute of Epidemiology and Microbiology. Proprio in questi giorni le prime dosi verranno distribuite in diverse strutture sanitarie del Paese, al fine di allargare la platea di persone che partecipa alla terza fase di test.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Putin annuncia: “La Russia ha già il vaccino”

Coronavirus, il vaccino russo entra nella Fase 3 della sperimentazione

Coronavorus Russia, vaccino pronto (Getty Images)

Ad annunciare il progresso nella sperimentazione del nuovo farmaco è stato il ministro della salute russa Mikhail Murashko. “Oggi un’arma degna di nota è apparsa nel nostro Paese – ha dichiarato Murashko – questo vaccino sta ora iniziando ad entrare in circolazione.” Il ministro ha anche spiegato che è già attivo, sul sito del comune di Mosca,il modulo per la registrazione a partecipare alla fase 3 della sperimentazione.

“Lo studio sarà anche più ampio – ha proseguito – vi parteciperanno quasi 40.000 persone“. E’ bene comunque ricordare, come sottolineato dallo stesso ministro della salute russo, che le dosi consegnate in queste ore ai diversi ospedali rientrano comunque all’interno della sperimentazione. Per poter avere un vaccino definitivo, da poter distribuire su larga scala alla popolazione, c’è dunque ancora da attendere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Vaccino anti Covid: Moderna, immunità uguale per tutti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui