Covid-19, Locatelli: “Aumentano i malati gravi, rischiamo il passo indietro” 

Covid-19, arriva il monito di Franco Locatelli. Il presidente del Consiglio superiore di Sanità, intervistato da Il Messaggero, mette tutti in guardia dopo l’aumento dei casi in questi mesi estivi. 

Coronavirus

Le regole andranno fatte rispettare, altrimenti il rischio è di precipitare nuovamente in una situazione critica. A lanciare l’allarme è il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di Sanità e membro del comitato tecnico scientifico del Governo, intervenuto ai microfoni de Il Messaggero.

Covid-19, il professor Locatelli lancia l’allarme

“Rischiamo di far tornare il sistema nazionale e il Paese in una significativa difficoltà”, riferisce a gran voce l’esperto. Sono infatti bastati pochi mesi, dove abbiamo abbassato la guardia, per rimettere tutto in discussione. E la situazione di questo passo può solo peggiorare considerando le condizioni climatiche avverse in arrivo che favoriranno il Covid-19.

Potrebbe interessarti anche —-> Riapertura scuole, possibile slittamento della data in Campania 

E non si parli di una gravità ridimensionata. “Per quanto l’età dei casi positivi si sia abbassata, c’è stato anche un incremento dei casi gravi. Questo lo vediamo ormai ogni giorno, comprese le ultime 24 ore”, sottolinea infatti Locatelli. Insomma: guai a sottovalutare la minaccia, perché potremmo essere solo all’inizio di una nuova ondata.

E se non saranno tutti ad allinearsi da adesso in poi, non vi è altra soluzione: “Per natura io penso sempre che l’educazione e il convincimento siano più importanti della repressione. Però a un certo punto le regole vanno fatte rispettare”. Dovrà essere altrimenti lo Stato a imporsi come fatto nei mesi scorsi.

“Probabilmente i numeri bassi che abbiamo avuto attorno alle metà di luglio e il quasi azzeramento dei decessi hanno dato una falsa illusione che eravamo fuori dal problema”, aggiunge il medico. Dunque dalla grande paura alla grande illusione. Ma non è ancora finita. Per niente.

Leggi anche —-> Vicepresidente Calderoli: “Scusaci Sardegna, turismo ha portato Covid-19”