Bomba Zar, il filmato segreto dei test della bomba sovietica – VIDEO

0
40

La Bomba Zar è stato l’ordigno nucleare più grande e potente mai costruito dall’uomo. Fortunatamente non è stato lanciato, anche se in molti avevano pensato al suo utilizzo.

Bomba zar (via Youtube)

La Seconda Guerra Mondiale non è di certo finita nel modo più pacifico. Dopo la resa della Germania Nazista, infatti, l’America ha lanciato due bombe nucleari sul Giappone Imperiale di Hirohito, per spingere l’impero a crollare. Alla fine le forze nipponiche si arresero, ma quanto fatto dagli americani rimase nella storia, precisamente tra le sue pagine più buie. Tantissime persone morirono in seguito alle due esplosioni di Hiroshima e Nagasaki. Innocenti, bambini, donne. Era un segnale per l’Unione Sovietica, l’altra forza che era uscita vincitrice dal secondo conflitto mondiale. Si stava iniziando a combattere una guerra basata sui nervi, la Guerra Fredda. La corsa agli armamenti nucleari e allo spazio erano iniziate, l’intelligenza umana venne usata per prepararsi ad un conflitto di dimensioni inedite.

LEGGI ANCHE —> Vicepresidente Calderoli: “Scusaci Sardegna, turismo ha portato Covid-19”

Bomba Zar, filmato mostra esplosione della bomba sovietica – VIDEO

Fortunatamente non c’è stata nessuna guerra nucleare. La capacità degli armamenti di America e Unione Sovietica, in caso di escalation nucleare, avrebbe facilmente distrutto ogni forma di vita sul pianeta. I sovietici, per spaventare gli americani, inventarono la più potente bomba del mondo. La Bomba Zar, che aveva una forza equivalente a 50 tonnellate di TNT. La bomba fu protagonista di un test nel lontano 1961, vicino all’Oceano Artico.

Venne fatta esplodere per un test che ebbe dei risultati davvero incredibili. La nube si alzò per 67 chilometri e l’aereo sovietico che lanciò la testata, pur essendo a 1200 chilometri, per poco non si schiantava al suolo in seguito all’onda d’urto. La potenza dell’esplosione è mostrata in un inedito video che da poco è stato pubblicato dalle autorità russe.  Dal minuto 22 è possibile vedere il lancio e l’esplosione della “madre di tutte le bombe”, che portò a delle riflessioni etiche sulla guerra nucleare.

LEGGI ANCHE —> Covid-19, il bollettino del 26 agosto: 1367 contagi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui