Covid-19, in India numeri in aumento: altri 60mila casi in 24 ore

Numeri che continuano ad essere preoccupanti quelli relativi al Covid-19 in India. Terzo paese al mondo per numero di casi, ne ha registrati 60mila per il settimo giorno consecutivo

india Covid-19
Covid-19, in India i numeri sono sempre più alti: altri 60mila positivi (photo Getty)

Dietro Stati Uniti e Russia, persiste l’India. I casi da Covid-19 nel paese continuano ad essere moltissimi, non solo nelle megalopoli ma anche nelle città periferiche con meno abitanti. Come riportato dall’Ansa, nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 60mila nuovi positivi.

Un dato allarmante, che lo diventa ancor di più considerando che è il settimo giorno consecutivo che si registrano numeri di questo calibro. Il Ministero della Salute India ha fornito i dati, comunicando che in totale ci sono state oltre 3 milioni di infezioni. Preoccupano anche i decessi: 848 nelle ultime 24 ore. In totale, ci sono stati 58390 morti a causa della pandemia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Migranti, Salvini contro Lamorgese: “È una criminale”

Covid-19, Hong Kong annuncia: “Nuove misure a partire da settembre”

covid-19 india
Ad Hong Kong, annunciata nuova strategia a partire da settembre (Getty Images)

Non solo l’India. L’oriente è seriamente preoccupato dell’aumento di casi da Covid-19 registrato nelle ultime settimane. Ad Hong Kong, la situazione rischia di sfuggire nuovamente di mano. Per questo motivo, il segretario capo della Regione amministrativa Matthew Cheung ha annunciato che verranno presto adottate nuove misure per prevenire un aumento dei casi. Tramite un blog, Cheung ha spiegato come verrà adottata una nuova strategia al fine di: “Identificare i positivi, isolarsi e fornire loro un trattamento precoce“.

Già dal primo settembre, le autorità di Hong Kong partiranno con una serie di test gratuiti di massa, da completarsi entro due settimane. Inoltre, il governo locale sta lavorando duramente nella “competizione” per lo sviluppo del vaccino. Sempre stando alle parole di Matthew Cheung, nei prossimi mesi gli studi saranno ancora più duri e intensificati.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Migranti, Prodi: “L’Europa deve esprimere posizione unitaria in Africa”