Coronavirus, la rivelazione di Fauci: “Troppa fretta sul vaccino”

Coronavirus, la rivelazione di Fauci: “Troppa fretta sul vaccino”. Il responsabile della task force Usa contro il Covid avverte sui rischi di abbreviare troppo i tempi

Antohny Fauci
Coronavirus, la rivelazione di Fauci: “Troppa fretta sul vaccino” (Foto: Getty)

Il massimo esperto di malattie infettive degli Stati Uniti avverte che distribuire un vaccino Covid-19 troppo in fretta potrebbe essere un rischio. Questo perchè senza un adeguato periodo di sperimentazione si rischia di creare un effetto negativo sui test di altri vaccini.

Scienziati ed esperti di salute hanno espresso preoccupazione per il fatto che il presidente Donald Trump eserciterà pressioni sulla Food and Drug Administration. Lo scopo è arrivare ad un vaccino prima di novembre, per aumentare le sue possibilità di rielezione.

Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive, ha rifiutato di commentare il presidente. Ha però detto che ci sono rischi nel lanciare rapidamente un vaccino nonostante l’urgente necessità.

Coronavirus, Fauci avverte: “Troppa fretta sul vaccino”

Fauci
Coronavirus, la rivelazione di Fauci: “Troppa fretta sul vaccino” (Foto: Getty)

L’unica cosa che non vorresti vedere con un vaccino è ottenere un EUA (autorizzazione all’uso di emergenza) prima di avere un segnale di efficacia”, ha detto Fauci alla Reuters.

Uno dei potenziali pericoli se si lascia uscire prematuramente un vaccino è che renderebbe difficile, se non impossibile, per gli altri vaccini iscrivere le persone alla loro sperimentazione”, ha sottolineato il medico.

Nelle ultime settimane sono stati avviati studi clinici su larga scala dei principali candidati vaccini delle multinazionali Moderna, Pfizer e AstraZeneca, che mirano a reclutare decine di migliaia di volontari. Johnson & Johnson la scorsa settimana ha dichiarato di sperare di includere 60.000 soggetti nella sua sperimentazione sul vaccino di Fase III.

Trump aveva twittato sabato che la FDA stava appositamente ritardando i progressi su farmaci e vaccini fino a dopo le elezioni del 3 novembre al fine di danneggiare la sua candidatura per la rielezione.

Vaccini sicuri ed efficaci sono considerati essenziali per porre fine alla pandemia di coronavirus che ha causato la morte di oltre 800.000 persone in tutto il mondo.

Per me, è assolutamente fondamentale dimostrare con assoluta certezza che un vaccino sia efficace, prima di diffonderlo globalmente“, ha concluso Fauci.

Qualche maligno ci ha visto anche un messaggio nei confronti della Russia di Putin, apparsa in leggero vantaggio in questa corsa globalizzata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid19: minacce di morte per Anthony Fauci, ingaggia bodyguard dopo gli attacchi di Trump