Usa, procura di New York apre indagine sulla Trump Organization

Negli Usa, la procura di New York ha aperto un’indagine nei confronti della Trump Organization. Il figlio del tycoon si rifiuta al momento di collaborare con gli inquirenti. 

Getty Images

Letitia James, procuratrice dello stato di New York, ha ufficialmente aperto un’indagine contro la Trump Organization. L’accusa è quella di aver innalzato artificiosamente il valore dei suoi asset allo scopo di ottenere dei prestiti dalle banche. Sembra inoltre che il figlio del Presidente Usa, Donald Trump Junior, si sia rifiutato di farsi interrogare a riguardo dalla procura, e anche di consegnare i documenti che erano stati richiesti per le indagini. 

Intanto nella giornata di ieri, Trump ha ufficializzato il trattamento al plasma per il malati di coronavirus. L’annuncio è arrivato dopo che gli Usa hanno ottenuto l’autorizzazione a procedere da parte della Food And Drugs Administration. Si tratta del trattamento più veloce scoperto sino ad adesso per sconfiggere il virus.

Leggi anche: Elezioni Usa, Trump andrà in North Carolina per accettare renomination

Coronavirus, Trump spinge per approvazione vaccino inglese negli Usa

Getty Images

Durante la conferenza, il Presidente degli Stati Uniti ha invitato le persone che sono guarite dal Covid-19 a donare il proprio plasma per aiutare chi ancora lotta contro il virus. Alcune fonti molto vicine all’amministrazione Usa, riferiscono che il trattamento sarebbe già stato iniziato su circa 70 mila pazienti. Sembra inoltre che i medici siano già riusciti ad accertare un significativo miglioramento della malattia sul 35 per cento dei casi. Inoltre, secondo il Financial Times, Trump sarebbe intenzionato a trovare un modo per aggirare gli attuali standard normativi del paese allo scopo di poter utilizzare un vaccino sperimentale inglese brevettato da poco. Sembra che che il Presidente Usa si attende un’approvazione da parte della Fda già nel mese di ottobre. La realizzazione del vaccino è avvenuta tramite una collaborazione diretta tra l’azienda AstraZeneca e l’Università di Oxford. 

Leggi anche: Usa, Tik Tok presenterà ricorso in tribunale contro l’ordinanza di Trump