Coronavirus, parte la sperimentazione del vaccino italiano

Questa mattina allo Spallanzani sarà un giorno decisivo per la lotta al Coronavirus, con l’avvio della sperimentazione del vaccino italiano.

Coronavirus vaccino
Primi volontari allo Spallanzani per i test sull’uomo (Getty Images)

Non si arresta la lotta al Coronavirus in Italia e nel mondo, con lo Spallanzani che questa mattina testerà il vaccino “Made In Italy“. Oggi sarà un giorno decisivo, per capire quanti passi in avanti ha fatto la scienza nella lotta al virus. Nell’ospedale della Capitale, stanno arrivando i primi volontari, pronti a sperimentare sulla propria pelle il Covax.

Infatti proprio durante la trasmissione di Rai Uno, “Uno mattina“, il direttore sanitario Francesco Vaia ha dichiarato di essere molto soddisfatto ed orgoglioso dell’arrivo del primo volontario italiano nella struttura della Capitale.

Saranno ben 90 i volontari che si sottoporranno al vaccino sperimentale. Con il loro coraggio, i volontari daranno una grande mano alla lotta contro il virus che ha sorpreso l’intera umanità. Inoltre sono state ben 7mila le domande dei volontari pronti a sottoporsi al vaccino, ma solamente novanta riceveranno oggi la prima dose.

Il progetto sarà avviato insieme all’azienda Reithera ed è finanziato dalla regione Lazio con il ministero della Ricerca, con ben cinque milioni di euro. Inoltre l’obiettico è ottenere il vaccino entro primavera.

Coronavirus, vaccino in sperimentazione: ma i contagi aumentano

coronavirus vaccino
Continuano ad aumentare i casi di Covid-19 in Italia (Foto: Getty)

Trovare un vaccino efficace è fondamentale, specialmente in questo periodo così delicato. Infatti negli ultimi giorni, i contagi sono tornati a salire oltre quota mille, con un incremento sì previsto ma che continua a far paura.

Nella giornata di ieri, i nuovi contagi sono stati ben 1210, con un incremento di 7 decessi e ben 267 guariti. Ciò che preoccupa le autorità sanitarie è comunque l’incremento vertiginoso dei casi. Resta da dire che l’aumento dei contagi è dovuto ai rientri dalle vacanze. C’è da dire però, che negli ultimi giorni c’è stato anche un aumento dei tamponi effettuati.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !