Coronavirus, chi si è arricchito con il Covid: la lista dei paperoni

0
3

Coronavirus, chi si è arricchito con il Covid: la lista dei paperoni. Alcuni miliardari hanno preso la palla al balzo per accrescere ancor di più il loro successo finanziario

Jeff Bezos
Coronavirus, chi si è arricchito con il Covid: la lista dei paperoni (Foto: Getty)

Il periodo della pandemia di coronavirus non è ancora terminato ma dal punto di vista finanziario ha già creato danni significativi. Eppure non per tutti. Qualcuno ha sfruttato il momento per accrescere esponenzialmente le proprie ricchezze confermando un trend del passato. I ricchi nelle difficoltà diventano sempre più ricchi, mentre i poveri sempre più poveri. Una diseguaglianza economica e sociale che tende ad accentuarsi nelle grandi crisi internazionali.

Se consideriamo il lasso di tempo tra marzo a giugno 2020, ad esempio, il fondatore di Amazon Jeff Bezos ha visto la sua ricchezza aumentare di circa 48 miliardi di dollari. Il fondatore della piattaforma di videoconferenza Zoom ha aumentato il suo gruzzolo di oltre $ 2,5 miliardi e il patrimonio netto dell’ex CEO di Microsoft, Steve Ballmer, è aumentato di $ 15,7 miliardi.

Se a questi annunciamo anche il noto magnate dei casinò Sheldon Adelson (crescita netta di $ 5 miliardi) e il CEO di Tesla, Elon Musk (più 17,2 miliardi) abbiamo un guadagno complessivo che sfonda il muro dei 600 miliardi. Verrebbe da dire che tutto quello che gli Stati hanno perso, è stato raccolto da una stretta cerchia di facoltosi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Firenze, crisi Covid: ristoratore 44enne si suicida per le troppe spese

Coronavirus, chi si è arricchito con il Covid: la storia si ripete

Ricchi del pianeta
Coronavirus, chi si è arricchito con il Covid: la lista dei paperoni (Foto: Getty)

Tra gente che ha perso il lavoro e debiti pubblici balzati alle stelle, quindi, c’è qualcuno che può anche sorridere nonostante il Covid. Il motivo è abbastanza intuitivo e riguarda gli affari gestiti da questi signori. Le vendite online sono schizzate alle stelle nell’ultimo periodo, così come la mobilità green e il gioco online. Per non parlare dei prodotti igienici e per la sanità pubblica. Tutti ambiti in cui mantenere un monopolio porta dei vantaggi abnormi.

Passando al di qua dell’Oceano Atlantico, anche in Italia qualcuno ha potuto usufruire di un netto guadagno.

L’uomo più ricco del nostro paese si conferma Giovanni Ferrero, patron dell’omonima azienda dolciaria. Facile capire che tra lockdown e tempo maggiore trascorso a casa, i suoi prodotti hanno subito un’impennata. A livello mondiale in signor Ferrero si trova in 29esima posizione, con un patrimonio di 32 miliardi di dollari. Al secondo posto si mantiene Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica, con 20,4 miliardi di “gruzzolo”.  L’imprenditore milanese può vantare circa 8mila negozi e 150mila dipendenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Blocco licenziamenti, consigliere UnImpresa: “Misura sbagliata contro le imprese”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui