California, bimbo di 4 anni ucciso dal padre: l’assurdo motivo

California, il padre ha ucciso suo figlio di 4 anni per un motivo assurdo: le scioccanti rivelazioni parlano anche di abusi e torture sul bimbo

Il bimbo si era sporcato i pantaloni ed il padre, in preda ad un violento raptus di follia, l’ha aggredito brutalmente fino ad ucciderlo. Questo quanto rivelato dal The Mirror, in merito alla morte del piccolo Noah Cuatro avvenuta nel luglio del 2019 a Palmdale (California). Jose Maria Cuatro Jr, 28enne, e la moglie Ursula Elaine Juarez, di anni 26, sono stati accusati di tortura ed omicidio nei confronti del bambino.

LEGGI ANCHE—> Viviana Parisi, il legale: “Lei e suo figlio morti in posti diversi”

Bimbo ucciso dal padre, prima lo soffoca poi abusa di lui

Napoli

Nel corso del processo, il padre del piccolo Noah ha negato di aver abusato sessualmente di suo figlio, anche se le indagini insistono su ripetuti abusi sessuali e violenze antecedenti alla morte. Inoltre, lo stesso ha affermato che il piccolo era quasi annegato in una piscina ma la confessione non è risultata vera per due motivi: i capelli erano asciutti e non c’era acqua nei polmoni.

La polizia locale, dopo i dovuti accertamenti, è convinta che entrambi i genitori abbiano torturato il figlio per quattro mesi prima della morte. Il piccolo si era sporcato i pantaloni il giorno prima dell’omicidio. Il padre, furioso, lo avrebbe picchiato, poi soffocato e poi avrebbe abusato di lui. I due rischiano il carcere a vita.

Boy, 4, ‘sexually abused and beaten to death by dad after he soiled pants’ https://t.co/O8Fkx50Onf pic.twitter.com/xGC5We3ZjC

— Daily Mirror (@DailyMirror) August 22, 2020

LEGGI ANCHE—> Turchia, scoperto enorme giacimento di gas petrolifero nel Mar Nero