Zoo di Washington, nato cucciolo di panda gigante: le sue condizioni

Nello zoo di Washington, Mei Xiang ha dato alla luce un cucciolo di panda gigante. Il parto è avvenuto in diretta streaming, ed è stato seguito da migliaia di persone

washington panda gigante
Nello zoo di Washington, è nato un panda gigante (Twitter)

A 4 anni dall’ultima gravidanza, Mei Xiang ha dato alla luce un altro cucciolo di panda gigante. Il tutto è avvenuto nello zoo di Washington, dove c’è stato un vero e proprio evento in diretta streaming seguito da migliaia di persone in tutto il mondo.

Lo Smithsonian’s National Zoo, tramite il suo profilo Twitter, ha commentato l’accaduto, aggiornando tutti sulle condizioni del cucciolo.Mei Xiang lo sta allattando e coccolandolo. Ha partorito intorno alle ore 18.30aggiungendo che: “Si sta prendendo cura di lui e lo sta seguendo con attenzione. Entrambi sono in ottime condizione“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terremoto in Grecia, scossa di magnitudo 4.2: i dettagli

Washington, nato cucciolo di panda gigante: le sue condizioni

washington panda gigante
Le condizioni del cucciolo e la storia della madre (Getty Images)

Dopo diverse ore, Mei Xiang ha dato alla luce un cucciolo di panda gigante. Grazie ad una cam installata dagli operatori dello zoo di Washington, i fan hanno potuto assistere al parto in diretta, mandando in crash il sito per più volte. La madre 22enne è stata inseminata artificialmente lo scorso 22 marzo, utilizzando lo sperma di Tian Tian. Mei Xiang aveva partorito altri tre cuccioli di panda: Tai Shan nel 2005, Bao Bao nel 2013 e Bei Bei nel 2015. Al quarto anno di vita, da Washington i panda sono stati restituiti alla Cina.

Infatti, tra Pechino e gli Usa c’è una partnership che garantisce la “proprietà” dei panda al paese orientale. Lo zoo di Washington, ogni anno, versa oltre 500mila dollari per la tutela dei panda in Cina. Sono ormai meno di 2000 i mammiferi giganti che vivono nel loro habitat naturale, mentre altri 600 si trovano negli zoo di tutto il mondo.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Scuola, mascherine e 170mila litri di gel: così si ritorna a lezione