Scuola, mascherine e 170mila litri di gel: così si ritorna a lezione

Tutto pronto per il rientro a scuola, con lo stato che fornirà mascherine e 170mila litri di gel. Ecco come gli studenti torneranno a lezione.

Scuola mascherine
Ecco come i ragazzi torneranno a scuola (Getty Images)

Siamo oramai a fine agosto e sembra ancora una grande incognita il ritorno negli edifici scolastici degli studenti. Infatti la data prefissata per il rientro a scuola è il 14 settembre, ma non sarà un ritorno come gli altri bensì un rientro con mascherine e gel. Il Coronavirus ha segnato in profondità il tessuto sociale mondiale ed inevitabilmente anche il settore scolastico sarà condizionato dalle nuove norme anti-Covid.

Già da lunedì, tutto il personale scolastico (dirigenti, professori e personale Ata) sarà sottoposto al test sierologico a cura del medico di base. Tali test, come ricorda Arcuri, saranno fondamentali per il rientro in sicurezza nelle scuole. Poi, prima del 14 settembre, partirà la distribuzione dei nuovi banchi scolastici.

Scuola, non solo mascherine e igienizzante: polemica sul tema banchi

scuola mascherine
La polemica sul tema banchi (Pixabay)

Prima dell’inizio della scuola è scoppiata la polemica sui banchi. Tra chi li ritiene poco sicuri e chi invece non li ritiene la soluzione, il problema principale è la fornitura dei nuovi banchi scolastici che ancora devono arrivare nelle scuole. Ma il commissario Arcuri stronca sul nascere ogni polemica, affermando che prima di assegnare la realizzazione dei banchi, c’era bisogno di una gara.

Lo stesso Arcuri ha poi ricordato che al momento la produzione del materiale scolastico è affidata ad 11 aziende tra italiane ed europee. Il commissario ha ricordato poi come solitamente in Italia si producano solamente 200mila banchi all’anno, mentre in poco più due mesi sono stati prodotti circa 2,5 milioni di banchi.

Infine Arcuri ha stroncato anche le polemiche sulle aziende di produzione dei banchi. Infatti il commissario ha assicurato che non ci sarà nessun banco di produzione cinese, ribadendo la provenienza dei banchi prodotti sia da aziende italiane che da aziende della comunità europea.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Italiana, CLICCA QUI !