Coronavirus, la scoperta degli esperti: può causare una rara complicanza

Secondo un recente studio condotto dagli esperti dell’Unità di Neurologia di Isernia e Catania, il Coronavirus può causare una rara complicanza neurologica.

coronavirus
Nuovi studi su una complicanza del Coronavirus (Foto: Pixabay)

Si tratta, come riporta Today, della Miastenia gravis, una patologia che causa debolezza e affaticamento muscolare. Lo studio, condotto recentemente da Diego Centoze, responsabile dell’Unità di Neurologia dell’Irccs Neuromed di Pozzilli, a Isernia e da Domenico Restivo, responsabile dello stesso settore, ma a Catania e da altri esperti ha evidenziato questa particolare complicanza.

Lo studio, da quanto si apprende, ha preso vita dalla descrizione del comportamento di tre pazienti, ricoverati tra Catania e Padova. La patologia, di tipo autoimmune, è piuttosto rara, ma non si esclude che, tra le complicanze del Coronavirus, possa esserci anche la Miastenia gravis.

Leggi anche >>> Coronavirus Germania, 2mila contagi in 24 ore: mai così tanti

Coronavirus: studio rivela una complicanza neurologica

Analisi gratis per amici e parenti
Laboratorio (Foto: Pixabay)

Già da tempo, gli esperti hanno individuato alcune complicanze relative al contagio da Coronavirus. Ora, grazie al nuovo studio condotto dagli esperti, tra cui anche Rosario Marchese-Ragona (Università di Padova) e Alessandro Alesina (Università di Catania), sappiamo che potrebbe portare anche questo tipo di complicanza neurologica.

Gli esperti hanno evidenziato, in tal senso, due ipotesi. La prima, come riporta Today, è che il sistema immunitario vada a creare degli anticorpi diretti, contro le componenti del virus. Questo va da sé, però c’è da notare che alcune di queste componenti sono simili ad alcuni recettori presenti nelle giunzioni neuro-muscolari. Da qui la complicanza.

L’altra ipotesi è che il virus possa invece andare a rompere un equilibrio che impedisce al sistema immunitario di attaccare il proprio organismo, così come si è verificato in risposta ad altre infezioni di tipo virale.

Gli esperti hanno dunque evidenziato che il Covid-19 non si limita a colpire l’apparato respiratorio, ma può intaccare diversi apparati del nostro organismo. Questa scoperta può essere utile ai per affrontare meglio la patologia, in tutte le sue manifestazioni.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus scuola, le linee guide dell’ISS per ripartire