Elettra Lamborghini cancella tutti i suoi concerti a causa del Covid19

0

Elettra Lamborghini cancella le date dei suoi concerti dopo le polemiche per gli assembramenti durante le serate in discoteca e l’aumento dei contagi da Covid19.

Elettra Lamborghini
(Instagram)

La giunonica cantante e showgirl ha annunciato la decisione sui suoi social network, a suo dire le persone non sono ancora pronte a farsi carico del rischio di un nuovo aumento dei casi di coronavirus.

Polemiche si erano scatenate dopo le serate di Elettra Lamborghini in Salento il 14 e 15 agosto, quando centinaia di giovani si erano accalcati senza protezioni per sentirla cantare e ballare con lei.

Il tour estivo di Elettra Lamborghini finisce e vengono cancellate le date previste per Gallipoli in Puglia e Castelvetrano in Sicilia. Migliaia di commenti negativi sui social l’avevano additata per aver organizzato le esibizioni in discoteca nonostante il nuovo incremento dei contagi da coronavirus proprio tra i giovani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Elettra Lamborghini atomica: le sue curve spaccano il web

Concerti annullati a causa del Coronavirus

Il dj Gigi D’Agostino ha cancellato tutti i suoi live per lo stesso motivo, in contrapposizione alla scelta di Bob Sinclair di continuare a esibirsi.

Elettra Lamborghini era stata criticata anche per l’esibizione a Otranto di qualche mese fa. Centinaia di fan accalcati avevano assistito al suo show e cercato di farsi un selfie con lei. Solo l’intervento delle forze di sicurezza aveva permesso di riportare ordine. Infine, anche a marzo un suo concerto in un centro commerciale aveva sollevato un coro di dissenso in Abruzzo.

Elettra Lamborghini però è sempre stata una delle cantanti più attive nel cercare di far rispettare le misure di sicurezza ai propri fan. Solo qualche settimane fa aveva deciso di stoppare la sua esibizione a Lignano Sabbiadoro perché c’erano troppi fan privi di dispositivi di protezione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui