Coronavirus, Grecia pronta per una seconda ondata

Coronavirus, Grecia pronta per una seconda pesante ondata di contagi. I casi registrati negli ultimi giorni, anche in Italia, preoccupano

Coronavirus Grecia, boom di turisti e di contagi (Getty Images)

Emergenza Coronavirus, la Grecia è printa per una seconda ondata di pandemia e le conferme arrivano direttamente dalle autorità sanitariue. Come Gkikas Magiorkinis, assistente professore di epidemiologia all’università di Atene, intervistato dal ‘Guardian’.

Solo domenica scorsa sono stati registrati 203 casi e il trend è in netta crescita. Per questo la previsone di Magiorkinis è chiara: “Possiamo dire che la Grecia è entrata formalmente in una seconda ondata di epidemia. Questo è il punto in cui potremmo vincere o perdere la battaglia”. Ma ha anche aggiunto che se i casi non scederanno, tutto il Paese potrebbe essere allineato a quanto deciso per l’isola di Poros.

Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis (Getty Images)

Qui nei giorni scorso sono scattati il coprifuoco per tutti gli esercizi commerciali e tra le 23 e le 7 sono stati vietati i raduni pubblici con più di 9 persone. Sospese anche feste di paese, mercati agricoli e qualsiasi raduno che prevedesse molte persone. Limitazioni anche per i posti a sedere di ristoranti e bar, con l’uso obbligatorio delle mascherin in tutti i luighi pubblici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid19, focolaio in provincia di Macerata: positivi dalla Grecia sono andati a una festa

Coronavirus in Grecia, 13 giovani pugliesi contagiati dopo una vacanza

Decisivo per la nuova ondata di Covid-19 in Grecia sarebbe il ruolo del turismo e i riscontri arrivano anche in Italia. Nelle ultime ore è salito a 13 il numero dei giovani pugliesi risultati positivi al Coronavirus al rientro in Italia dopo le vacanze all’estero. Sette di loro sono salentini contagiati dopo un viaggio in Grecia. Cinque erano risultati positivi ieri e per altri due è arrivata la conferma nelle ultime ore. Adesso sono tutti  in isolamento insieme ai loro familiari.

Turisti stranieri all’aeroporto di Zante in Grecia (Getty Images)

Sono rientrati da una vacanza a Corfù,  un viaggio di nove giorni organizzato per festeggiare la maturità. I ragazzi sono tornati a casa la notte del 7 agosto, passando dal porto di Ancona e poi in treno fino a Lecce. Stanno bene anche se hanno accusato i siuntomi del Covid e adesso anche nei loro paesi d’origine la paura aumenta.

Come a Giovinazzo, nel barese, dove sono stati registrati sei nuovi casi dopo una vacanza all’estero. Il sindaco, Tommaso Depalma, ha confermato la notizia su Facebook chiedendo a tutti i suoi concittadini (ma non solo) di trascirrere le vacanze in Italia senza abdare a cerfacre avventure. “Lo dico anche da genitore: gestire un eventuale isolamento all’estero dei propri figli non è certo una esperienza bellissima”.

Un appello alla responsabilità che pitrà avere peso sulla comunità locale, ma fino a quando eventualmente la Grecia non deciderà di chiudere di nuovo i confini, varrà relativamente. E visto che siamo in piena stagione turistica, per ora di chiusura non si parla.