Apple contro Prepear: “Il logo è troppo simile al nostro!”

Apple contro Prepear, un’applicazione di cucina che sta spopolando ma che ora rischia un’importante causa legale.

Apple contro Prepear (Via Twitter)

La Apple è senza dubbio uno dei marchi più grandi che esiste. La grande mela con un morso laterale è praticamente un’icona, un simbolo che porta tanti valori con sé. La creazione, l’innovazione, la tecnologia. Steve Jobs e la sua visione di un mondo nuovo, che ha portato alla realtà come la conosciamo ora. Proprio per questo i legali della casa americana hanno deciso di agire in modo forte e deciso contro una nuovissima applicazione che sta spopolando e che ora potrebbe essere trascinata in tribunale. Questo perché secondo i legali della Apple il marchio che l’applicazione sta usando ricorda troppo quello che da decenni è il simbolo che vediamo tutti giorni sui prodotti Iphone, Ipad e Mac e per questo è stata intentata causa. Per molti, però, questo litigio non ha troppo senso, dato che la somiglianza non è così netta come affermano i legali.

LEGGI ANCHE —> Ecobonus, sono terminati i fondi: per agosto nuovi importi

Apple contro Prepear: “Il logo è troppo simile al nostro!”

L’applicazione in questione alla cui Apple sta dichiarando battaglia e Prepear. Il nome è un gioco di parole tra preparare e pear, ovvero pera in inglese. E infatti il logo dell’app è proprio una bella pera verde, con la solita foglia che spunta sulla destra. Una combinazione di simboli che ha infastidito coloro che sono predisposti alla protezione dei prodotti e della proprietà intellettuale marchiata Apple. Secondo una lettera che la grande mela grigia ha scritto, il logo di Prepear “indurrebbe il consumatore a credere” guardando la disposizione della composizione, “che il soggetto sia correlato, affiliato o sostenuto da Apple”. I legali della Prepear hanno sostenuto che questo è per loro un colpo durissimo, dato che costerà alla loro piccolissima azienda decine di migliaia di dollari combattere questa causa nei tribunali. “Apple ha fatto la stessa cosa a tante aziende che hanno scelto come logo un frutto”. Queste aziende hanno deciso di mollare piuttosto che affrontare la multinazionale americana, ma pare che Prepear sia di un’altra idea.

LEGGI ANCHE —> Enel, continuano le segnalazioni di truffe: come riconoscerle