Somalia, esplode autobomba in una base militare: morte sette persone

0

L’esplosione di un’autobomba in una base militare a Mogadiscio, in Somalia, ha visto morire sette persone ed il ferimento di altre dieci

Somalia
Somalia

Secondo quanto riferito da alcuni funzionari dell’esercito, a Mogadiscio, in Somalia, è esplosa un’autobomba in una base militare. Quanto accaduto ha visto la morte di sette persone ed il ferimento di altre dieci. A quanto pare, l’attacco era diretto ad un compound vicino lo stadio dove erano di stanza i soldati dell’esercito nazionale somalo.

L’autobomba, dopo aver superato il checkpoint, è entrata nella base per poi esplodere. Le prime ricostruzioni parlano di un attacco compiuto dagli estremisti islamici di Al Shabaab, con i quali il governo è in lotta da dieci anni, ma al momento non si sono state rivendicazioni.

LEGGI ANCHE—> Mauritius, petroliera incagliata: dichiarato lo “Stato di emergenza”

Somalia, Sheikh Nur  spiega il voto di sfiducia al governo

Il senatore somalo Mahdi Dahir Sheikh Nur ha spiegato ad askanews la sfiducia al premier Hassan Ali Khaire votata dall’assemblea: “Il parlamento somalo ha difeso il principio di ‘una persona un voto’, si tratta di un’importante decisione per lo sviluppo democratico della Somalia. Khaire aveva promesso, durante il suo insediamento, di portare il paese alle urne con la legge ‘una persona un voto’ entro il 2020 e questo non è successo. C’è di più, lui ha appoggiato la posizione dei leader degli Stati federali di ricorrere ancora alle elezioni indirette. Il parlamento, con il voto di sfiducia, si è semplicemente ribellato proteggendo la legge elettorale approvata a inizio anno. Il principio di elezione democratica è importante. Basta con gli anziani, basta con i presidenti regionali che con gli anziani fanno quello che vogliono. La Somalia ha sofferto abbastanza”.

LEGGI ANCHE—> Beirut, si continuano a cercare dispersi nella zona del porto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui