Si dimette vicesindaca che battibeccò con Salvini: l’accusa alla giunta

0

Si dimette Veronica Proserpio, vicesindaca di Proserpio (Como) che battibeccò con Salvini. Poi arriva l’accusa alla giunta definita “fascio-leghista”.

vicesindaca Salvini
La scena del battibecco tra la vicesindaca e Salvini (via Screenshot)

Rassegna le dimissioni Veronica Proserpio, vicensindaca di Proserpio in provincia di Como, nota per aver battibeccato con Matteo Salvini sulle spiagge di Riccione. Dopo un litigio, la seconda cittadina della provincia comasca ha deciso di abbandonare la carica, accusando successivamente la giunta di essere fascio-leghsita.

A riportare la notizia ci ha pensato la “Provincia di Como“, la vicesindaca ha deciso di rassegnare le dimissioni dopo l’acceso diverbio scoppiato durante la riunione di maggioranza del 5 agosto. Infatti dopo il battibecco, quattro consiglieri su otto della lista civica che governa la città, hanno deciso di togliere la fiducia alla Proserpio. Mentre invece il sindaco del comune, Barbara Zuccon si è astenuta dal voto ed infine solamente due consiglieri hanno votato per farle mantenere la carica.

Vicesindaca che battibeccò con Salvini si dimette, parte l’accusa: “Giunta fascio-leghista”

https://www.facebook.com/1521754225/videos/10223591364041808/

La giunta si era riunita per discutere degli effetti provocati dal video girato dalla Proserpio sulle spiagge di Milano Marittima, così dopo la discussione era partita la votazione per la sfiducia. Dopo la maggioranza dei voti per la sfiducia, Veronica Proserpio ha deciso di mettere sul tavolo le dimissioni.

Poche ore dopo, sempre la Proserpio, ha sottolineato sul proprio profilo Facebook che non c’è stata nessuna revoca delle deleghe del vicesindaco. Infatti come riporta l’esponente del Pd, c’è stata solamente una richiesta di revoca da parte dei consiglieri provinciali.

Successivamente, il sindaco della provincia comasca ha dichiarato di prendere in atto le richieste di dimissioni di Veronica Proserpio. Quando scoppiò il caso, la stessa Zuccon prese le difese della vicesindaca, affermando: “Ha fatto bene“. Nella lista civica governata dalla Proserpio, però ci sono diversi esponenti sia del Pd che di Fratelli d’Italia e ciò ha portato all’inevitabile scontro.

Ma la vicesindaca non ha nessun rimorso sulle sue azioni, e dopo aver rassegnato le dimissioni ha accusato la giunta, affermando: “Mi sono dimessa. Rifarei tutto e questa è diventata una giunta fascio-leghista“.

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui